SEGRETERIA PROVINCIALE DI TRIESTE

via Paduina, 4
34125 Trieste -Tel. 040-370205 Fax. 040-368415

e-mail:friuliveneziagiulia.ts@snals.it

friuliveneziagiulia.trieste@pec.snals.it

venerdì 11 gennaio 2019

REGISTRO ELETTRONICO : NORMATIVA DI RIFERIMENTO – PROBLEMATICHE


Come è noto il D.L. n. 95/2012 recante Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini dispone all’art. 7 comma 27:
“Il Ministero dell'istruzione, dell' università  e della ricerca predispone entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto un Piano per la dematerializzazione delle procedure amministrative in materia di istruzione, università e ricerca e dei rapporti con le comunità dei docenti, del personale, studenti e famiglie. “
Al coma 31 dispone: “ A  decorrere  dall'anno scolastico  2012-2013 le istituzioni scolastiche e i docenti adottano registri on line e inviano le comunicazioni agli alunni e alle famiglie in formato elettronico.”
Si ricorda che il registro elettronico è un atto pubblico per cui il docente è soggetto, nella sua compilazione, alle sanzioni penali disciplinate dall’art. 476 c.p.p. (falso ideologico in atto pubblico) e dall’art. 479 c.p.p.(falso materiale in atto pubblico).
Di norma, quindi esso va compilato in tempo reale e non fuori dalla classe di riferimento.
Nella pratica quotidiana, in questi anni, molte scuole hanno continuato ad essere sprovviste di pc o tablet e di connessione wireless efficiente per cui i docenti sono stati costretti ad utilizzare quelli personali e spesso a compilare il registro fuori classe.
Stando così le cose risulta assai rischiosa la compilazione del registro da parte dei docenti al di fuori della classe o a casa per le conseguenze penali rischiose a cui potrebbe andare incontro.
Il registro personale ,infatti, come detto, è un atto pubblico e come tale deve essere compilato in classe in quanto l’insegnante, in qualità di pubblico ufficiale deve registrare all’istante quanto avviene in sua presenza.
Turro ciò premesso, l’uso del registro elettronico dovrebbe essere deliberato dal Collegio dei docenti solo nel caso in cui la scuola sia dotata di infrastrutture e strumenti tali da mettere il docente in condizione di operare in classe, ovvero nei casi in cui ci sia un’efficiente connessione wirless e ci siano P.C. e/o tablet a disposizione dei docenti in ogni classe.