SEGRETERIA PROVINCIALE DI TRIESTE

via Paduina, 4
34125 Trieste -Tel. 040-370205 Fax. 040-368415

e-mail:friuliveneziagiulia.ts@snals.it

friuliveneziagiulia.trieste@pec.snals.it

mercoledì 23 dicembre 2015

NOTA CONGIUNTA AL PREFETTO - PAGAMENTO STIPENDI

Si riporta la nota congiunta inviata al Prefetto.

Gentile Prefetto,
le scriventi segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals-Confsal e Gilda Unams Le
sottopongono un problema non nuovo ma divenuto, con il passare del tempo, assolutamente inaccettabile: il
mancato pagamento dei supplenti, docenti e ATA, che riguarda centinaia di lavoratori che operano nelle
scuole del Friuli Venezia Giulia.
Mentre a livello nazionale le OO.SS, per l’ennesima volta, insistono con forza presso i massimi
responsabili politici e amministrativi del Miur per risolvere definitivamente il problema, le scriventi chiedono
alla S. V., in quanto rappresentante del Governo sul territorio regionale, di farsi portavoce presso gli organi
competenti della situazione di grande disagio che stanno vivendo queste persone, che dal settembre scorso
lavorano senza ricevere il compenso dovuto.
Accade infatti che dall’inizio dell’anno scolastico le retribuzioni dei supplenti annuali sono state
pagate con forte ritardo, mentre il personale supplente temporaneo nominato dalle scuole non ha ancora
ricevuto gli stipendi di settembre, ottobre e novembre.
La causa di questa situazione inammissibile non è da ricercare nell’inadempienza delle scuole, ma,
come già in passato, nella mancanza di risorse per retribuire il lavoro dei supplenti e nelle persistenti
disfunzioni del SIDI (sistema informatico centrale del Miur).
Ai sindacati giungono pressanti richieste di informazione da parte dei lavoratori interessati e talvolta
dei loro familiari, preoccupati di come affrontare le spese quotidiane.
Pertanto le scriventi segreterie regionali si fanno portavoce delle difficoltà e del malessere di questi
lavoratori dipendenti statali, e chiedono alla S.V., per quanto di Sua competenza, un intervento per sbloccare
rapidamente una situazione divenuta insostenibile.
Confidando nel Suo interessamento, ringraziano per l’attenzione.
Distinti saluti

martedì 22 dicembre 2015

Pensioni 2016, MIUR emana la circolare. Domande entro il 22 gennaio.

Il Ministero dell'istruzione ha emanato la nota 40816 del 21.12.2015 con la quale fornisce le indicazioni operative concernenti le disposizioni per le cessazioni dal servizio dal primo settembre 2016.Il personale della scuola (ATA, docenti, personale educativo) potrà presentare la domanda telematicamente, tramite "Istanze On line", entro il 22 gennaio 2016. 

mercoledì 9 dicembre 2015

Provvidenze a favore del personale MIUR

Scadenza 28 febbraio 2016 per la presentazione delle domande di contributo in conto provvidenze.
Leggi. 

PERSONALE DOCENTE

Piano assunzionale straordinario personale docente – Fase “C” conferimento incarichi a tempo determinato (supplenze) su posti di potenziamento. 

Leggi la nota dell'U.S.R..

giovedì 19 novembre 2015

ASSUNZIONI FASE C

Dopo l'incontro di ieri con i Sindacati, pare che  il Miur abbia dato via libera alla possibilità di lasciare la supplenza già accetta al 30 giugno. Sono infatti state messe in evidenza alcune criticità: supplenza su spezzone, supplenza su classe affine di ordine diverso, proposta nomina fase C in provincia diversa. Tale opportunità vale per tutti i contratti a tempo determinato “30 giugno/31 agosto” e per tutti i docenti (compresi chi attualmente è in servizio come supplente all'estero ovvero come docente di religione incaricato ovvero come personale ATA ovvero come personale educativo).Coloro i quali hanno un contratto di supplenza su spezzone non potranno accettare solo uno spezzone sul posto di potenziamento per completare l'orario. Naturalmente è confermata la possibilità di avvalersi del comma 99 della legge 107/2015, che permette di prorogare la presa di servizio alla fine del contratto, quindi al 1° luglio 2016 o alla fine degli Esami di Stato o al 1° settembre 2016.

mercoledì 18 novembre 2015

MANIFESTAZIONE UNITARIA ROMA 28 NOVEMBRE 2015

Le confederazioni sindacali CGIL-CISL-UIL CONFSAL 
(SNALS) e Gilda hanno indetto una grande 
manifestazione unitaria a 
Roma per il giorno 28 novembre.
Gli obiettivi sono il rinnovo del contratto, 
le modifiche necessarie 
alla Legge 107 ed il corretto ripristino 
dell’esercizio della 
contrattazione a livello centrale e periferico.

martedì 17 novembre 2015

CARTA DEL DOCENTE - BONUS 2015/2016

Pubblicate dal Ministero le faq  su come utilizzare il bonus da € 500.
Leggi. 

lunedì 16 novembre 2015

ASSUNZIONI FASE C

Calendario assunzioni.
Leggi

giovedì 5 novembre 2015

ASSUNZIONI FASE C

Concluso l'incontro al Ministero per la definizione della fase C delle immissioni in ruolo, la data ufficiale per la proposta di nomina è il 10 novembre. Da quella data partiranno i 10 giorni di tempo utili (quindi entro il 20 novembre) per l'accettazione o la rinuncia alla proposta. La rinuncia comporterà il depennamento da tutte le graduatorie in cui si è iscritti (GM e GaE).La proposta arriverà oltre che sulla pagina personale di Istanze on line anche per per posta elettronica, all'indirizzo indicato nella domanda presentata on line entro il 14 agosto 2015. La proposta arriverà alle 16 del  10 novembre 2015 e si potrà accettare entro le ore 15,59 del 20 novembre 2015.

giovedì 29 ottobre 2015

CHIUSURA UFFICIO

Si avvisa che Lunedì 2 e martedì 3 novembre la nostra sede di Via Paduina 4  resterà chiusa.

martedì 20 ottobre 2015

BUONA SCUOLA DIS-SERVIZIO GARANTITO

Il Piccolo di oggi riferisce un frammento di un comunicato stampa che ho inviato ieri.
Poiché il testo pubblicato non rispecchia quanto da me scritto si riporta il testo integrale.
Lo scopo dell'articolo è di coinvolgere le famiglie nelle azioni sindacali in corso. Franco De Marchi
Leggi articolo.

lunedì 19 ottobre 2015

Manifestazione 24 ottobre 2015



Lo SNALS-Confsal, congiuntamente alle altre 
 organizzazioni sindacali rappresentative del 
Comparto Scuola, sta proseguendo nella 
mobilitazione per cambiare la 
Legge 107 e per il rinnovo del contratto.
Alcune azioni si svolgono a Roma altre nel territorio.
In particolare si segnala che il prossimo 
SABATO 24 OTTOBRE 2015 dalle ore 10.30 
alle ore 14.00 saranno allestiti due gazebo 
e si svolgerà un sit-in regionale in 
Piazza dell’Unità di Italia a Trieste.
Si invitano tutti a partecipare a detta manifestazione 
per dare la massima visibilità alle problematiche 
per le quali stiamo lottando.




 


  

lunedì 12 ottobre 2015

Permessi straordinari retribuiti per il diritto allo studio – Personale della Scuola (C.C.I.R. del 29 ottobre 2014).

Per l’anno scolastico in corso, le domande da parte degli interessati vanno presentate con
le seguenti modalità:
Personale docente ed educativo delle scuole di lingua italiana e personale ATA delle scuole
di lingua italiana e delle scuole con lingua di insegnamento slovena:
· entro il 15 novembre 2015 ai Dirigenti scolastici, i quali le trasmetteranno all’Ambito
Territoriale. di competenza entro il 20 novembre 2015.
Personale docente delle scuole con lingua di insegnamento slovena:
· entro il 15 novembre 2015 ai Dirigenti scolastici, i quali le trasmetteranno all’Ufficio IV di
questa Direzione Regionale, entro il 20 novembre 2015.
Altri adempimenti:
· pubblicazione delle graduatorie da parte degli Uffici II, III, IV, V e VI, entro il 10
dicembre 2015
· emissione dei provvedimenti da parte dei Dirigenti scolastici: entro il 15 dicembre
2015.


venerdì 9 ottobre 2015




giovedì 8 ottobre 2015

PERSONALE DOCENTE - 500 euro autoformazione, Giannini conferma nello stipendio di ottobre.

l bonus sarà erogato a tutti i docenti a tempo indeterminato, compresi i docenti che saranno assunti nella fase C, per i quali la somma di 500,00 euro sarà disponibile dopo la presa di servizio. L'erogazione del bonus avverrà in busta paga solo per il corrente anno scolastico, mentre dal 2016/2017 sarà distribuita ai docenti una carta elettronica nella quale verrà caricata la somma suddetta.  I docenti potranno utilizzare il bonus, come suddetto, per l'autoformazione, ovvero per: acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all'aggiornamento professionale; acquisto di hardware e software; iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca; iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale; iscrizione a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale; partecipazione a rappresentazioni teatrali e  Cinematografiche, per l'ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo; per iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.  Considerata la transitoria modalità di erogazione, i docenti dovranno rendicontare le spese effettuate, tramite scontrino o fattura, entro il 31/08/2016. Qualora non si rendicontassero del tutto le spese effettuate, il bonus per l'anno scolastico 2016/17 non verrà erogato al docente in questione oppure verrà decurtato delle spese non rendicontate.

giovedì 1 ottobre 2015

lunedì 28 settembre 2015

Ricorso Tar Lazio abilitati esclusi dal piano straordinario di assunzione di cui al D.D.G. 767/15

Come è noto, il decreto D.D.G. 767/2015, in attuazione della legge n. 107 (art. 1, commi 95 e seg.), ha previsto che possano partecipare al piano straordinario di assunzioni solo i docenti che sono inseriti a pieno titolo nelle GAE ovvero nelle graduatorie di merito dell’ultimo concorso.
Lo SNALS – Confsal promuove un ricorso per tutti coloro che sono in possesso di abilitazione all’insegnamento (TFA, PAS, Diploma magistrale abilitante, laureati in scienze della formazione primaria) non inseriti nelle GAE e quindi esclusi dal piano straordinario di assunzioni.
Pertanto, considerati i tempi di legge ristretti per la predisposizione e notifica del ricorso, il termine ultimo per la raccolta delle adesioni da parte della Segreteria SNALS di Trieste è fissato improrogabilmente al 6 ottobre 2015.
Per partecipare al ricorso, occorre, oltre alla modulistica di rito da compilare presso la nostra segreteria:
-Copia della domanda cartacea di partecipazione al piano straordinario di assunzioni (presentata entro il 14 agosto 2015);
-      - Copia della carta d’identità e del codice fiscale;
       - Copia del titolo abilitante ovvero relativa certificazione;
                    -  Copia dei certificati di servizio per coloro che hanno più di 36 mesi di servizio
                   La quota di partecipazione al ricorso è di Euro 150,00 per gli iscritti allo Snals  Confsal.
 Per adesioni ed informazioni presso la nostra sede di Via Paduina, 4 tel. 040.370205.

venerdì 25 settembre 2015

FONDO MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 – FOGLI DI CALCOLO

Al fine di fornire un supporto a coloro che sono impegnati nelle contrattazioni di istituto, provvediamo ad inserire i seguenti fogli di calcolo:

-           Funzioni strumentali;

giovedì 24 settembre 2015

PROBLEMATICHE SUPPLENZE PERSONALE ATA – RIUNIONE MIUR

Si è tenuta la riunione presso il Miur sulle problematiche ATA.
Sono state esaminate le criticità che scaturiscono dall’applicazione della Legge di stabilità 2015 – comma 332 – che portano dal 1° settembre le istituzioni scolastiche ad una situazione di enorme difficoltà in quanto non possono essere conferite supplenze brevi:
- agli assistenti amministrativi salvo le istituzioni scolastiche con almeno 3 posti in organico di diritto;
- agli assistenti tecnici;
-  ai collaboratori scolastici che non possono essere sostituiti per i primi 7 gg. di assenza.
Da parte delle OO.SS. è stata chiesta una nota interpretativa che possa chiarire l’applicazione pratica della suddetta norma laddove le criticità sono dovute: - alla distribuzione delle istituzioni scolastiche su un vario numero di plessi, anche distanti tra loro; - l’attività didattica è prolungata per l’intera giornata; - nel caso in cui gli assistenti amministrativi fossero 4 in organico e si presentassero assenze (per gravi patologie, maternità, art. 59 o quant’altro) di più addetti; - fosse assente l’assistente tecnico addetto ad un laboratorio per cui ne verrebbe compromesso l’utilizzo da parte dei docenti e degli alunni.
Concretamente l’Amministrazione è favorevole ad un intervento per tamponare la situazione, in particolare dei collaboratori scolastici, soprattutto quando c’è la divisione per plessi e la presenza di bambini piccoli che non si possono abbandonare, quindi questa indicazione, con dei paletti ovviamente, sarà oggetto anche per motivi di incolumità degli alunni. 

venerdì 18 settembre 2015

PERSONALE ATA

A seguito della richiesta unitaria d’incontro urgente, il Capo del Dipartimento per l’Istruzione ha convocato i sindacati perlunedì 21 settembre, al fine di trovare una soluzione operativa per arginare il limite posto dalla legge di Stabilità alle supplenze saltuarie del personale ATA.

mercoledì 16 settembre 2015

SOSTITUZIONI PERSONALE ATA – RICHIESTA CONGIUNTA

Con la presente chiediamo un incontro urgente per affrontare in modo operativo la problematica derivante dalla normativa che limita le sostituzioni del personale Ata, soprattutto nei casi in cui avvengono assenze prolungate e/o di più persone (maternità, malattie lunghe, congedi straordinari, sostituzioni Dsga, etc…) e sulle figure uniche (assistenti tecnici di laboratorio), che mettono a rischio la sicurezza degli alunni e la gestione della didattica laboratoriale, oppure in caso di scarsità di collaboratori disponibili a sostituire per garantire l’apertura dei plessi e l’assistenza alla disabilità.
Durante l’incontro col Capo Dipartimento per l’Istruzione del 26 agosto scorso era stato convenuto d’intervenire in caso di particolari situazioni di complessità, superando la rigidità della norma e in modo da poter curvare le misure, introdotte dalla legge, alla specificità della scuola per garantirne la funzionalità.
Cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.



martedì 8 settembre 2015

giovedì 27 agosto 2015

INCONTRO AL MIUR SULLE PROBLEMATICHE DEL PERSONALE ATA

Si è svolto l’annunciato incontro nel corso del quale si è affrontata una serie di problemi che assumono il carattere di una vera e propria emergenza in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico.  
La situazione si può sintetizzare come segue:
NOMINE PER L’ANNO SCOLASTICO 2015/16:
Non si è raggiunto l’obiettivo ottimale per il sindacato che era quello di garantire le nomine in ruolo almeno per un numero pari a quello del turnover, ma si è riusciti a modificare sostanzialmente quanto previsto nella circolare del MIUR che prevedeva la copertura dei posti sia dell’organico di diritto che di fatto con supplenze “fino all’avente diritto” conferite dalle graduatorie d’istituto. Tale previsione era assolutamente inaccettabile, come subito denunciato dallo SNASL-CONFSAL, in quanto, oltre a lasciare le persone nell’incertezza più totale, avrebbe avuto come conseguenza la possibile mancata nomine del personale e  il mancato rispetto dell’ordine di punteggio posseduto.
Le nomine avverranno seguendo la graduatoria provinciale e avranno, per il momento, durata fino a fine giugno; ciò in quanto l’eventuale fase di passaggio di personale delle soppresse province avverrà, se necessaria, dopo il 30 giugno. Nel frattempo continuerà la battaglia sindacale per il conferimento delle nomine in ruolo per il maggior numero di persone possibile. Non è, infatti, accettabile lo spostamento nella scuola di gran parte del personale proveniente dalla soppressione delle province data la peculiarità del servizio che per tutti i diversi profili professionali è richiesto dal servizio scolastico. I componenti della delegazione del MIUR non si sono mostrati contrari, ma hanno evidenziato l’esigenza del rispetto della legge e la necessità di concordare soluzioni con la F.P. e il M.E.F.
Ovviamente sarà garantita la fase relativa anche alle assegnazioni provvisorie.

mercoledì 26 agosto 2015

MIUR - RICHIESTA CONGIUNTA CONVOCAZIONE PROBLEMATICHE PERSONALE ATA

La richiesta di incontro  ha portato i suoi frutti:  è pervenuta  la convocazione al MIUR, per mercoledì 26 agosto p.v., alle ore 11, sulle problematiche del personale ATA

martedì 28 luglio 2015

Chiuso per lutto  GIOVEDI' 30 LUGLIO 2015 per la morte di Thomas figlio del Segretario Provinciale.
La Santa Messa verrà celebrata alle ore 10 e 30 nella chiesa di San Francesco in Via Giulia 70.

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO PERSONALE DOCENTE

Calendario relativo alle nomine del personale docente
FASE 0 e FASE A.










martedì 21 luglio 2015

Immissioni in ruolo. Bando MIUR piano straordinario: fase A, B, C. Domande dal 28 luglio al 14 agosto

Sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è stato pubblicato il bando per l’iscrizione alla procedura nazionale del Piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge ‘Buona Scuola’. Le domande vanno presentate fra le ore 9.00 del 28 luglio e le ore 14.00 del 14 agosto 2015 attraverso il sistema di Istanze on line del Miur, raggiungibile dalla home page www.istruzione.it.

RIAPERTURA TERMINI PRESENTAZIONE DOMANDE DI ASSEGNAZIONE PROVVISORIA INTERPROVINCIALE PERSONALE DOCENTE – EMANATA NOTA MIUR

Vi comunichiamo che il Miur ha emanato la nota n. 21129 avente per oggetto: “Riapertura termini presentazione domande di assegnazione provvisoria interprovinciale personale docente”.
La nota ricorda che la legge n. 107/2015, pubblicata sulla G.U. del 15 luglio 2015, ha previsto, per le operazioni di assegnazione provvisoria per l’a.s. 2015/2016, per i docenti assunti a tempo indeterminato entro l’a.s. 2014/2015, la deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di assunzione a tempo indeterminato.
Viene, pertanto, prevista una necessaria riapertura dei termini per la presentazione delle domande del personale docente della scuola primaria, dell’infanzia, nonché della scuola secondaria di I e II grado. In via eccezionale le domande saranno prodotte, in forma cartacea, con l’utilizzo dei modelli già previsti per le ordinarie assegnazioni interprovinciali.
Le domande (che possono essere presentate soltanto dai soggetti fino ad ora sottoposti al vincolo triennale), potranno essere prodotte fino al 27 luglio compreso, con riferimento alla data di spedizione in caso di invio tramite posta raccomandata; le stesse saranno presentate direttamente agli ambiti territoriali della provincia richiesta e, per conoscenza, a quella di attuale titolarità; saranno valutate e considerate al pari delle altre domande di assegnazione provvisoria già presentate, secondo quanto previsto dall’ipotesi di CCNI 13/5/2015 e salvaguardando i contingenti stabiliti per l’immissione in ruolo.


I NOSTRI RICORSI CONTRO LA BUONA SCUOLA

Con l’approvazione della disegno di legge “la buona scuola” il Governo ha perpetrato l’ennesimo atto di arroganza nei confronti del personale della scuola. Per quanto concerne le questioni generali quali, ad esempio, la libertà di insegnamento, l’eccessivo ricorso a delega, i poteri conferiti al dirigente scolastico, l’invasione con la legge su aspetti prettamente contrattuali, l’esclusione del personale ATA dall’organico dell’autonomia in contrasto col disposto della legge 35/2012, sarà cura del sindacato predisporre tutte le opportune iniziative, politiche e giudiziarie. In relazione invece agli aspetti che riguardano il tema del precariato, le immissioni in ruolo, le future procedure concorsuali ed in generale tutti gli aspetti relativi al singolo rapporto di servizio, sono in corso di studio da parte dell’Ufficio legale nazionale una serie di iniziative volte a tutelare, tutti coloro che sono gravemente pregiudicati dalla riforma. In particolare, allo stato, sono state individuate le seguenti possibili azioni legali: leggi.

mercoledì 8 luglio 2015

RIFORMA DELLA SCUOLA: LO SNALS-CONFSAL CONFERMA IL SUO DISSENSO SUL TESTO APPROVATO DAL SENATO COL VOTO DI FIDUCIA.

Leggi allegato. 

NOTA INPS CONGEDO PARENTALE

Congedo parentale. Elevazione dei limiti temporali di fruibilità del congedo parentale da 8 a 12 anni ed elevazione dei limiti temporali di indennizzo a prescindere dalle condizioni di reddito da 3 a 6 anni.Modalità di presentazione della domanda nel periodo transitorio.
Leggi nota INPS. Modulo per la presentazione della domanda.

martedì 30 giugno 2015

IL MIUR CONVOCA LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLA DIRIGENZA SCOLASTICA SUL FONDO UNICO NAZIONALE PER LA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RISULTATO

Il 2 luglio si terrà l’informativa sindacale sulle risorse per il pagamento del salario accessorio relativo agli anni 2012/13 e 2013/14.
Il MIUR convoca le Organizzazioni Sindacali dell’area V della dirigenza scolastica sul Fondo unico per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici degli anni scolastici 2012/13 e 2013/14.
Si tratta dei primi anni nei quali il decreto Tremonti (2010) ha  prodotto i suoi effetti di blocco della retribuzione dei dipendenti pubblici determinando a causa dell’interpretazione data dal MEF  l’iniquo risultato di ridurre la retribuzione dei dirigenti scolastici.
Le scelte del MIUR  e del MEF sono state oggetto di una dura opposizione da parte delle OO.SS. e della categoria che ha portato all’impegno formale del Governo a  trovare una soluzione rispettosa dei diritti retributivi dei dirigenti scolastici.

La FLC CGIL, la CISL Scuola, la UIL Scuola e lo SNALS CONFSAL sono impegnate a portare al tavolo di informazione sindacale una posizione unitaria.

lunedì 29 giugno 2015

COMUNICATO STAMPA CONFSAL - Roma, 24 giugno 2015 - Illegittimità costituzionale blocco rinnovo contratti pubblico impiego

 E’ stato dettato un  fondamentale principio di civiltà giuridica. Il governo ne prenda atto.   La Confsal, in relazione alla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità del blocco della contrattazione collettiva, esprime grande soddisfazione per l’esito del suo ricorso.In merito, il segretario generale della Confederazione autonoma Marco Paolo Nigi, ha dichiarato: “con la sentenza è stato dettato un fondamentale principio di civiltà giuridica a tutela dei lavoratori. D’ora in avanti non saranno più ammessi blocchi della contrattazione collettiva e non potrà più essere impedito al Sindacato di rappresentare i diritti e gli interessi normativi e economici dei pubblici dipendenti.”







lunedì 22 giugno 2015

PERSONALE DOCENTE

Immissione in ruolo su posti di sostegno per l’a.s. 2015/2016

Scadenza 3 luglio 2015 per presentare istanza di iscrizione.
In previsione della stipula dei contratti a t.i. su posti di sostegno per l’a.s. 2015/2016 ed in attesa che il MIUR determini la consistenza numerica complessiva delle assunzioni a tempo indeterminato in ciascuna provincia, distribuendo tale disponibilità tra i diversi ruoli, posti e classi di concorso, è necessario procedere, ai sensi dell’art. 3 bis della Legge n. 143/2004, all’integrazione degli elenchi aggiuntivi graduati in base ai quali sono state effettuate le nomine in ruolo su posti di sostegno per l’a.s. 2014/2015.
Il personale interessato è costituito dai candidati inclusi nelle graduatorie di merito dei concorsi ordinari banditi nell’anno 1990 e non reiterati e di quelli banditi nell’anno 1999, che hanno conseguito il titolo di specializzazione su sostegno – di cui all’art. 325 del D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297 e al DM 20 febbraio 2002 – dopo la scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione ai concorsi e che non siano già iscritti nei citati elenchi graduati.
A tal fine, i candidati inclusi nelle graduatorie di merito dei concorsi ordinari, dovranno presentare istanza di iscrizione, utilizzando i modelli entro e non oltre venerdì 3 luglio 2015

giovedì 18 giugno 2015

AZIONE DELLO SNALS A TUTELA DEI PENSIONATI

La Segreteria Provinciale di Trieste del Sindacato dei lavoratori della scuola S.N.A.L.S. promuove un’azione a tutela dei pensionati per l’applicazione integrale della Sentenza della Corte Costituzionale n. 70 del 2015: Sentenza disattesa, con gravi penalizzazioni, dal Decreto legge governativo n. 65 del 21 maggio 2015.
Gli iscritti possono rivolgersi alla sede dello SNALS di via Paduina, 4 dove potranno compilare l'atto di diffida e messa in mora nei confronti dell'INPS.

mercoledì 17 giugno 2015

I PRECARI NON DEVONO PAGARE LE TENSIONI DEI PARTITI

LO SNALS-CONFSAL RINNOVA LA RICHIESTA DI UN PROVVEDIMENTO D’URGENZA PER L’AVVIO DELLA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE CON LE ASSUNZIONI PROMESSE CHE DEVONO COSTITUIRE LA BASE DEL PIANO PLURIENNALE necessario per la soluzione definitiva del problema del precariato in tutte le diverse tipologie esistenti, sia per docenti che ATA, prima dell’avvio di un sistematico reclutamento con le ordinarie procedure concorsuali.
Se si segue questa strada è accettabile e, probabilmente,  utile una breve pausa di riflessione per arrivare, eliminato lo scoglio della stabilizzazione di tutti i precari, a una riscrittura del testo che porti a superare le criticità attuali legate soprattutto agli aspetti della legge per quegli aspetti che riguardano:
  i “superpoteri” ai dirigenti scolastici con la chiamata diretta dei docenti e “potere” salariale;
  una gestione della scuola che mette a rischio la libertà di insegnamento, depotenzia le competenze del collegio dei docenti e del consiglio di istituto annullando, di fatto,  la collegialità;
-  l’introduzione un sistema di valutazione inaccettabile nelle forme e nei contenuti;
-   l’invasione da parte della legge di aspetti prettamente contrattuali;
-   la mancata previsione dell’avvio del  rinnovo contrattuale.
Il Presidente del Consiglio non può non tener conto che l’opposizione al testo proposto non nasce da aspetti categoriali e corporativi, ma ha unito in una protesta dalle dimensioni mai viste personale della scuola (docenti, ATA, di ruolo e non di ruolo e parte dei dirigenti scolastici), studenti, famiglie e lo stesso mondo accademico.
Se le proposte non troveranno un sostanziale accoglimento la mobilitazione continuerà mettendo a rischio non solo il regolare inizio dell’anno scolastico, ma anche il suo intero andamento.

venerdì 12 giugno 2015

ORGANICO DIRITTO ATA – INCONTRO AL MIUR – CHIESTO IL RITIRO DELLA BOZZA PROPOSTA

La delegazione dello SNALS-CONFSAL ha, in premessa:
ü      evidenziato la gravissima scorrettezza della nota emanata prima della riunione in presenza di una convocazione in atto, che tra l’atro, sta correndo il rischio di far fare alle scuole operazioni non conformi a quelle che saranno poi operative per il prossimo anno scolastico ;
Ø      denunciato l’illegittimità di una tabella per la determinazione degli organici che è in iter di approvazione (si tratta di un regolamento che modifica il preesistente) con la certezza che ciò non avverrà in tempo utile né per le operazioni di definizione dell’organico di diritto né per l’inizio dell’anno scolastico 2015/16. E’ inaccettabile e non corretto rischiare di fare un lavoro a vuoto e, quindi, potrebbe essere opportuno per le scuole attendere per  inserire i dati l’emanazione di norme certe e legittime;
ü      chiesto che venisse fornito uno sviluppo delle tabelle per ogni regione in modo da confrontare se l’ipotesi di attribuzione alle stesse fosse equilibrata o meno.
I rappresentanti del nostro sindacato hanno argomentato, tra l’altro, che:
Ø      la consistenza dell’organico di diritto del personale ATA è già attualmente insufficiente a soddisfare le esigenze delle scuole sia sul piano amministrativo che della vigilanza e sicurezza degli allievi. E’, quindi, assolutamente, inaccettabile la determinazione di un organico in contrazione che è vero, viene previsto dalla legge di stabilità, ma dovrebbe tener conto o, quantomeno prevedere una automatica correzione di reintegro posti in presenza dell’approvazione eventuale della legge “buona scuola”che, secondo il testo attuale, comporterà apertura maggiore da parte delle scuole e maggiori oneri anche amministrativi. Tra l’altro, come successo in passato per molti casi di “risparmi” non conseguiti, sono previste anche in questo caso norme compensative di salvaguardia;
Ø      non si condivide l’accantonamento di una quota, prevista al 3%, da parte dei direttori regionali se non dopo aver garantito a tutte le istituzioni scolastiche almeno un organico pari a quello previsto dallo sviluppo delle tabelle. Si dovrebbe prevedere solo  l’accantonamento della quota eventualmente eccedente lo sviluppo delle tabelle;
Ø      in relazione ai DSGA non è accettabile la stesura proposta che prevede, in caso di scelta tra abbinamento di sedi sottodimensionate e l’affidamento a un DSGA di ruolo, l’obbligo di ispirarsi a criteri che evitino l’aggravio di spesa, e questo sarebbe logico, ma non la precisazione che ciò deve avvenire anche con priorità rispetto al garantire le necessarie condizioni di funzionalità delle istituzioni scolastiche;
Ø      in relazione alla delicata tematica dei DSGA che dovranno operare su due istituzioni scolastiche   sono state chieste garanzie sull’immediata attivazione delle procedure  (emanazione direttiva) per la sessione negoziale necessaria per estendere anche agli anni successivi al 2014/15 l’indennità mensile (214 euro lordi mensili) prevista dal CCNL 10/11/2014;
Ø      nel ricondurre al direttore regionale la competenza sulla gestione e utilizzo del personale esternalizzato si prevede il coinvolgimento per il piano finalizzato ad ottimizzarne l’impiego dei rappresentanti degli enti e dei consorzi, ma si esclude il coinvolgimento delle OO.SS. rappresentative del comparto e va ribadito, anche in questo punto che  “il personale esterno all’amministrazione non può essere utilizzato in punti di erogazione del servizio che in precedenza non fruivano di servizi esternalizzati”.  

NOMINE IN RUOLO PERSONALE ATA PER L’A.S. 2015/16

I rappresentanti dell’amministrazione hanno, nel corso della riunione, informato che è stata attivata la procedura autorizzativa per coprire con nuove nomine in ruolo il turnover: Questo non può che essere accolto positivamente, ma non fa venir meno la richiesta di prevedere anche per il personale ATA la definizione di un organico dell’autonomia su cui assicurare la stabilizzazione, anche se con  la necessaria gradualità. 
FONDI PER LA FORMAZIONE FINALIZZATA ALL’ATTRIBUZIONE DI NUOVE POSIZIONI ECONOMICHE

Sempre nel corso della riunione, l’amministrazione ha informato che sono stati chiesti fondi dalla legge 440/97 necessari per attivare la formazione prevista per l’attribuzione di posizioni economiche  a seguito di surroga di precedenti beneficiari.

giovedì 11 giugno 2015

PERSONALE ATA - NO AI TAGLI DEGLI ORGANICI, SI ALL’ORGANICO DELL’AUTONOMIA


COMUNICATO UNITARIO

Il Ministero, tramite la Direzione Generale per i sistemi informativi, ha emanato la nota prot. n. 1947 dell’8 giugno 2015 indirizzata ai propri uffici territoriali e alle istituzioni scolastiche, riguardante l’organico di diritto del personale ATA 2015/2016.
Nella suddetta comunicazione l’Amministrazione anticipa le indicazioni per l’acquisizione dei dati di organico secondo i nuovi parametri di calcolo, revisionati alla luce delle misure introdotte dalla legge di Stabilità 2015, che prevedono una riduzione di 2.020 unità di personale ATA.
La nota, infatti, fornisce istruzioni su come operare nel sistema informativo il taglio dei posti, prima ancora dello svolgimento dell’incontro d’informativa sindacale, previsto al Miur l’11 giugno 2015. Riteniamo questo fatto molto grave, dal momento che non si è ancora svolto su questo tema il tavolo di confronto con le Organizzazioni Sindacali.
Questo ulteriore taglio agli organici del personale ATA è inaccettabile e intendiamo denunciarne la gravità in quanto penalizza ulteriormente una situazione già gravemente compromessa.
Le norme proposte non garantiscono per nulla la “stabilità” della scuola, a cui da tempo manca un organico sufficiente ai propri bisogni basilari di funzionalità e sicurezza. Quanto proposto non consente di assicurare il regolare funzionamento della scuola all’avvio dell’anno scolastico.
Tutto questo è per noi inaccettabile.
Diffidiamo, pertanto, l’Amministrazione dal procedere con questi atti e di desistere dall’avviare procedure prima ancora di aver incontrato le Organizzazioni Sindacali, che intendono essere ascoltate in merito.
In difetto, si preannuncia la richiesta di procedura di esame ai sensi dell’art. 5 – comma 2 del CCNL Scuola

martedì 9 giugno 2015

PERSONALE ATA

Sono pubblicate le graduatorie provvisorie dei concorsi per titoli per l’accesso ai ruoli
provinciali relative ai profili professionali di assistente amministrativo (Area B/1), assistente tecnico
(Area B/2) e collaboratore scolastico (Area A/2) della provincia di Trieste.
Le graduatorie, nonché l’elenco degli esclusi, vengono pubblicate sul sito dell’Ambito Territoriale
di Trieste.
Chiunque vi abbia interesse ha facoltà di presentare reclamo scritto entro il termine di dieci
giorni avverso eventuali errori materiali riscontrati.
Vai al sito.

PERSONALE DOCENTE

AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO – OPERAZIONE DI CARATTERE ANNUALE – EMANATI NOTA MIUR E D.M. . ENTRO IL 2 LUGLIO LE DOMANDE
Vi comunichiamo che il MIUR ha emanato, in data 4/6/2015, la nota 16480, indirizzata ai direttori regionale degli USR, con la quale trasmette il D.M. 325 del 3/6/2015.
Tale D.M. disciplina, con effetto dall'a.s. 2015/16, le operazioni annuali di:
·           scioglimento della riserva da parte degli aspiranti già inclusi con riserva perché in attesa di conseguire il titolo abilitante e che conseguono l'abilitazione entro il 30 giugno 2015. A tal fine gli interessati dovranno compilare, con modalità web, il modello 2, ai sensi e con le modalità previsti dall’art. 4 del D.M.;
·           acquisizione dei titoli di specializzazione per il sostegno nei riguardi di aspiranti già inclusi in graduatoria, che conseguono il titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2015. A tal fine gli interessati devono compilare, con modalità web, il modello 4, ai sensi e con le modalità previsti dall’art. 4 del D.M.;
·           presentazione dei titoli di riserva posseduti al 30 giugno 2015 per usufruire dei benefici di cui alla Legge 12 marzo 1999, n. 68 e successive modificazioni ed integrazioni, in applicazione del comma 2 quater dell'art. 14 della Legge 24 febbraio 2012 n. 14. A tal fine gli interessati devono compilare, con modalità web, il modello 3, ai sensi e con le modalità previsti dall’art. 4 del D.M.;
Inoltre, ai fini delle assunzioni sui posti riservati, devono dichiarare di essere iscritti, alla data di presentazione delle domande, nelle liste di collocamento obbligatorie previste all’art. 8 della L. n. 68/99. 

Le domande, corredate dalle relative dichiarazioni sostitutive di certificazione, dovranno essere presentate esclusivamente, mediante modalità telematica, nell'apposita sezione "Istanze on line" del sito internet del Ministero (www.istruzione.it) entro il giorno 02 luglio 2015 (entro le ore 14,00), a partire da un termine di apertura della presentazione delle domande, che sarà successivamente comunicato dal Ministero.

venerdì 5 giugno 2015

PERSONALE ATA


Comunichiamo che il MIUR ha emanato, in data 3/6/2015, la nota prot. 16432, avente per  
oggetto: “Indizione dei concorsi per titoli per l'accesso ai ruoli provinciali, relativi ai profili  
professionali dell'area A e B del personale ATA. Graduatorie di circolo e di istituto di I fascia 
a. s. 2015/2016. Istanze on-line”.
La domanda dovrà essere inviata tramite le "istanze on line"; l’interessato potrà visualizzare a sistema le sedi già trasmesse per l'anno precedente, ove presenti, e la selezione delle sedi scolastiche esprimibili per l' a.s. 2015/2016; ciò eviterà possibili errori di digitazione.
L'applicazione per l'invio on-line del modello di domanda (allegato G) sarà disponibile dal 4/6/2015 e fino alle ore 14.00 del 3/7/2015.

giovedì 4 giugno 2015

FIACCOLATA A UDINE CONTRO "LA BUONA SCUOLA"

Domani 5 giugno, con partenza alle ore 20.30 da piazza Matteotti a Udine, si svolgerà una fiaccolata nell'ambito delle iniziative unitarie contro il DDL sulla "Buona scuola" ora in discussione al Senato. Le Segreterie Provinciali e Regionali dello SNALS del Friuli Venezia Giulia hanno ritenuto di non formalizzare l'adesione a questa iniziativa. Tuttavia è incoraggiata la libera partecipazione di quanti vorranno personalmente aderire. Non son previste bandiere e ciascun partecipante dovrà munirsi di una qualsiasi fonte luminosa, meccanica o elettrica.

SCIOPERO SCRUTINI

Volantino, indicazioni operative.

venerdì 29 maggio 2015

AUDIZIONE DELLO SNALS-CONFSAL


Commissione Cultura Camera e Commissione Istruzione Senato
del  28 maggio 2015 
Disegno di Legge n. 1934
Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione   e
 delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti

giovedì 28 maggio 2015

Proposta dell’Agenzia Assicurazioni per D.S. e D.S.G.A iscritti allo SNALS consistente in un pacchetto che comprende una assicurazione per RC patrimoniale e tutela legale, più l’abbonamento alla rivista “Rassegna dell’Autonomia Scolastica – RAS”. Il costo complessivo annuale è di € 195,00.
Resta sempre attiva la polizza offerta gratuitamente da Cattolica Assicurazioni a tutti gli associati SNALS.
Per maggiori informazioni e per l’adesione è possibile contattare il responsabile dell’Agenzia Assicurazioni:
Alberto Duranti,
Via Diaz 6/A,
tel. 040.300600; cell. 347.9785849.

martedì 26 maggio 2015

INCONTRO MINISTRO/SINDACATI - NIGI: “INCONTRO UNILATERALE SENZA VERO CONFRONTO. NEL TESTO ANCORA ELEMENTI INACCETTABILI. SE IL SENATO NON LI MODIFICA CONTINUERÀ L’AZIONE DI PROTESTA DEL SINDACATO”

Riguardo all’incontro Sindacati Scuola / Ministro Giannini, del 25 maggio alle h. 12,00, il Segretario Generale, al termine del deludente incontro, ha rilasciato il comunicato stampa, che trascriviamo.
    
I SINDACATI SCUOLA INCONTRANO IL MINISTRO GIANNINI
  
 “L’incontro di oggi, in cui tutti i sindacati rappresentativi hanno esposto in modo concorde le loro critiche e proposte di modifica in merito al ddl Buona Scuola passato in parlamento, è stato caratterizzato da uno strano stile che definirei di non confronto. Evidentemente, l’unilateralità introdotta con la figura del super-preside rispecchia quella adottata dal premier Renzi e dai membri del suo governo, in questo caso dal ministro Giannini” ha dichiarato il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi.
“Il testo del DDL - ha continuato Nigi -  risente negativamente di un mancato confronto in sede MIUR e dell’eccessiva fretta nell’iter di approvazione in sede parlamentare. Sono molti ancora gli aspetti con pesanti e inaccettabili ricadute negative. Gli elementi più rilevanti riguardano:
aver escluso dalla legge interi segmenti del personale scolastico (personale ATA, e, per alcuni aspetti, quello docente della scuola dell’infanzia);
l’eccessiva accelerazione nell’applicazione delle novità introdotte che ha il suo picco di negatività nel voler risolvere il problema della  stabilizzazione e del reclutamento in un solo anno scolastico e non con un piano pluriennale;
voler definire per legge aspetti che per loro natura sono contrattuali e che con il confronto e con il dialogo in sede di CCNL - di cui è ormai indifferibile il rinnovo – consentirebbero di trovare soluzioni a temi delicati come “riconoscimento del merito”. Questi stessi aspetti, come sono stati prospettati, risultano assolutamente inaccettabili;
- aver impostato il “potenziamento dell’autonomia scolastica” su una gestione delle istituzioni scolastiche autonome di tipo “autoritaristico”;
aver assegnato la “valutazione” dei docenti a commissioni che non hanno nella propria composizione le competenze necessarie.
Non va poi trascurato che il testo del DDL in discussione, così com’è uscito dalla Camera dei deputati, presenta aspetti di possibile incostituzionalità, in particolare per le norme che possono ledere il principio della libertà di insegnamento, e si annuncia fonte di una serie infinita di contenziosi, non privi di fondamento”.

Il Segretario Generale
(Prof. Marco Paolo Nigi)

lunedì 25 maggio 2015

Indicazioni operative per quanto riguarda l’adesione allo
sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola,
SNALS e GILDA per due giornate consecutive in
concomitanza con l’effettuazione degli scrutini secondo il
calendario di ciascuna scuola
Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che
ricadono durante degli scrutini di fine anno.
Leggi.

mercoledì 13 maggio 2015

I SINDACATI DELLA SCUOLA A PALAZZO CHIGI SULLA “BUONA SCUOLA”: INCONTRO DELUDENTE

Nonostante gli emendamenti illustrati dal Governo, approvati in commissione cultura alla Camera, il testo del DDL rimane inaccettabile. Si va verso il blocco degli scrutini. 
Il segretario generale dello SNALS-Confsal, Marco Paolo Nigi, nel suo intervento, all’incontro di ieri a  Palazzo Chigi tra il governo e i sindacati della scuola,  ha ribadito le irrinunciabili richieste di emendamento al DDL già oggetto del recente sciopero del 5 maggio che rimangono  inalterate nella sostanza anche alla luce degli emendamenti approvati.  Nel suo intervento Nigi, nel sostenere che va ripristinata la serietà degli studi e l’autorevolezza dei docenti, ha definito improponibile e inaccettabile affidare la valutazione dei docenti ad un comitato composto con genitori e studenti ed ha ribadito che:
- va eliminato ogni aspetto di gestione autoritaria nella scuola;
- necessita un piano assunzioni da adottare auspicabilmente con provvedimento legislativo di urgenza. Se necessario anche pluriennale, in modo da non lasciare fuori nessuno di coloro che hanno maturato legittime aspettative, assicurando così la stabilizzazione per tutto il personale docente e ATA;
- gli organici pluriennali dell’autonomia devono essere realizzati con modalità certe e trasparenti ed essere adeguati alle necessità per tutte le tipologie di scuola  e per tutte le componenti (docenti e ATA);
- va avviato il rinnovo del contratto e deve essere cancellata ogni invasione della legge in campo contrattuale.”
Da parte dei rappresentanti del  Governo non è stata data alcuna risposta concreta ai temi sollevati negli interventi, ma  si sono limitati a dare assicurazione che sarebbero state attentamente valutate le osservazioni formulate.  E’ stato sottolineato che le possibilità di modifica ci sono ancora nel passaggio di approvazione da parte della Camera e, soprattutto, nel successivo passaggio al Senato, precisando che sarà data rilevante importanza alla fase delle audizioni che, alla luce del testo uscito dal primo ramo del Parlamento, si svolgeranno in quella sede.
Nigi, uscendo da Palazzo Chigi, ha dichiarato che la battaglia dello SNALS-CONFSAL, congiuntamente alle altre OO.SS., continuerà in varie forme fino allo sciopero in occasione degli scrutini.

lunedì 11 maggio 2015

Comunicato Stampa

Il Tar Lazio accoglie il ricorso dello Snals-Confsal. Il MIUR commissariato per il riordino dell’orario d’insegnamento negli istituti tecnici e professionali
La recentissima vittoria legale dello Snals-Confsal costringerà il Ministero dell’Istruzione a rivedere il proprio operato sulla riduzione degli orari d’insegnamento negli istituti tecnici e professionali, pena il commissariamentoIl Tar Lazio, sez. III bis (presidente estensore dott.ssa Pierina Biancofiore), con decisione n. 6438/2015 ha infatti ordinato al Miur di dare esecuzione alla sentenza n. 3527/2013, che aveva annullato le disposizioni amministrative di riduzione dell'orario scolastico per le cosiddette materie professionalizzanti negli istituti tecnici e professionali, emanate nel 2010 dal Ministero dell’Istruzione, in ragione della mancata adozione dei criteri di riduzione. Nel caso in cui il Miur non dovesse adeguarsi alla pronuncia del giudice amministrativo entro 30 giorni, sarebbe commissariato. Il Tar, infatti, ha già nominato il Prefetto di Roma quale commissario ad acta per sostituirsi al Ministero inadempiente.

venerdì 8 maggio 2015

Ricorso Giudice del Lavoro diplomati magistrali entro l'anno scolastico 2001/2002 per l’inserimento nelle GaE (AZIONE N. 78 TER)

Con riferimento al nostro precedente notiziario n. 778 del 30/04/2015, si precisa quanto segue:
  1. oltre ai diplomati dei corsi quadriennali / quinquennali di istituti magistrali possono aderire anche i diplomati dei corsi triennali di scuola magistrale;
  2. è opportuno documentare, oltre a quanto già richiesto, anche il servizio eventualmente prestato.
Per ogni ulteriore informazione contattare la Segreteria provinciale delle SNALS negli orari di apertura, allo 040.370205

RIAPERTURA TERMINI ADESIONI AZIONE 38 BIS Ricorso per il riconoscimento del diritto all’immissione in ruolo ed il risarcimento danni

A seguito della Sentenza della Corte Europea del  26/11/2014,  lo SNALS ha promosso un’azione legale per tutto il personale docente ed  ATA precario  che abbia avuto più incarichi, sia da graduatoria ad esaurimento che da  graduatoria di istituto, conferiti fino al termine delle attività didattiche (30/06) o fino al  31/8 su posto vacante e disponibile, per un totale di almeno 36 mesi.
La domanda avrà come oggetto sia il riconoscimento  del diritto all’immissione in ruolo dei ricorrenti, sia  il risarcimento del danno.

mercoledì 6 maggio 2015

SCUOLA: GRANDE SUCCESSO DELLO SCIOPERO DI OGGI CONTRO IL DDL LA BUONASCUOLA

Ieri 5 maggio alla manifestazione di Milano, alla quale lo SNALS di Trieste ha partecipato con una propria delegazione, il segretario generale vicario dello Snals-Confsal, Achille Massenti, ha espresso la propria soddisfazione per la riuscita dello sciopero. “L’adesione dei  lavoratori della scuola e le affollate manifestazioni nelle piazze italiane parlano chiaro e dicono al governo e a tutte le forze politiche e parlamentari di stralciare dal Ddl qualsiasi provvedimento d’urgenza per la stabilizzazione del personale. Ciò che serve è un vero piano che tenga conto dei diritti e delle legittime aspettative di tutti coloro che, seppur precari, hanno consentito il funzionamento della scuola in questi anni.  Il governo, dunque, riscriva un ‘nuovo’ Ddl che cancelli il modello di gestione autoritaria ipotizzato, fornisca alle scuole le necessarie risorse umane, economiche e strutturali, elimini le incursioni legislative sul contratto e ne avvii il rinnovo garantendo una vera stagione di investimenti in istruzione e formazione” ha dichiarato Massenti. “Le richieste sindacali, ha voluto precisare  Massenti, mirano a portare nella scuola un clima di serenità che eviti inutili conflittualità e assicuri la dimensione della collegialità e della condivisione dove ogni componente veda riconosciuto il proprio giusto ruolo e la propria dignità al fine di garantire la libertà d’insegnamento  prevista dalla Costituzione”.