SEGRETERIA PROVINCIALE DI TRIESTE

via Paduina, 4
34125 Trieste -Tel. 040-370205 Fax. 040-368415

e-mail:friuliveneziagiulia.ts@snals.it

friuliveneziagiulia.trieste@pec.snals.it

martedì 29 dicembre 2009

mercoledì 23 dicembre 2009

DECRETO MINISTERIALE N.100 DEL 17/12/2009

Il termine per la presentazione delle domande per l’inserimento negli elenchi prioritari di cui al D.M. 100 del 17 dicembre 2009 è prorogato al 14 gennaio 2010.

NOVITA' FASCE ORARIE DI REPERIBILITA'

Dereto ministeriale del 18/12/2009
Art. 2 (Esclusioni dall’obbligo di reperibilità)

1. Sono esclusi dall’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità i dipendenti per i quali l’assenza è
etiologicamente riconducibile ad una delle seguenti circostanze:

a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
b) infortuni sul lavoro;
c) malattie per le quali è stata riconosciuta la causa di servizio;
d) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta;

2. Sono altresì esclusi i dipendenti nei confronti dei quali è stata già effettuata la visita fiscale per il periodo di prognosi indicato nel certificato.

Leggi decreto

lunedì 21 dicembre 2009

FASCE ORARIE DI REPERIBILITA'

Dal sito del Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione si legge:
18/12/2009 - Assenze per malattia nella P.A.: a novembre +20% al netto dell'influenza. Brunetta allarga a 7 ore le fasce di reperibilità
" ... nei prossimi mesi agiranno pienamente alcune importanti novità in materia di assenze per malattia che sono state introdotte dal Decreto legislativo n. 150/2009 (“Riforma Brunetta della Pubblica Amministrazione”):
- possibilità del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione di modificare con decreto le fasce orarie di reperibilità domiciliare dei dipendenti in malattia;
- digitalizzazione e trasmissione telematica all’Inps di tutti i certificati di malattia;
- responsabilizzazione dei dirigenti nell’applicazione delle disposizioni che contrastano l’assenteismo, con sanzioni disciplinari in caso di mancata vigilanza.
È peraltro già operativo il decreto con il quale il Ministro Renato Brunetta ha stabilito le nuove fasce orarie di reperibilità (dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00) per le visite mediche di controllo dei dipendenti pubblici. "

Lo ha fatto sapere il ministro della Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, spiegando di aver firmato il 18 dicembre la versione definitiva del relativo decreto.

DECRETO MINISTERIALE N.100 PRIORITA' SUPPLENZE a.s. 2009/2010

D.M. n.100 del 17 dicembre 2009, applicativo dell’art. 1, commi 2, 3 e 4 del D.L. 134/09, convertito dalla legge 24 novembre 2009, n.167
Precedenza assoluta nell’assegnazione delle supplenze per assenza temporanea del personale in servizio nelle scuole.
Tali modelli vanno presentati entro il termine perentorio dell’8 gennaio 2010 all’istituzione scolastica in cui detto personale, nell’anno scolastico 2008/2009, ha prestato servizio con contratto per supplenza temporanea per almeno 180 giorni.

venerdì 18 dicembre 2009

M.I.U.R. - Direttiva n° 94 del 04/12/2009

Indicazioni per il mantenimento in servizio del personale docente, educatore ed ATA dopo il 65° anno di età e sul pensionamento forzato con 40 anni di contributi
Direttiva.

giovedì 17 dicembre 2009

CONVENZIONE 5 AGOSTO 2009 FRA INPS - MIUR E MINISTERO DEL LAVORO DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

Per il personale docente e amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA)

Circolare INPS N. 125 dd 16/12/2009, allegato.

RIORDINO SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE - LETTERA UNITARIA AL MIUR

Al Ministro della Istruzione, Università e Ricerca
Al Capo di Gabinetto
Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
Al Capo Dipartimento per la Programmazione economica
Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Oggetto: Riordino secondo ciclo di istruzione

Le scriventi organizzazioni sindacali non rilevano alla data odierna certezza sui tempi e sulle modalità di riordino del secondo ciclo di istruzione.
Le stesse organizzazioni ricevono quotidianamente dalle scuole e dal personale non poche segnalazioni sulle difficoltà in merito alla definizione dei Piani dell’Offerta Formativa ed alle informazioni da fornire alle famiglie ed agli studenti coinvolti nella scelta degli indirizzi e dei settori in cui proseguire gli studi.
Tale incertezza rischia di ingenerare forte confusione.
Le scriventi organizzazioni sollecitano un incontro urgente volto a verificare gli interventi che si intendono adottare per informare ed orientare le scuole in merito all’avvio dell’anno scolastico 2010-2011; ciò anche in riferimento alle Commissioni Parlamentari che non hanno espresso parere ed al Consiglio di Stato che ha evidenziato l’esigenza di correttivi sull’impianto dei Regolamenti.

CISL SCUOLA UIL SCUOLA SNALS CONFSAL

Personale Dirigente, Docente, Educativo ed ATA - Cessazioni dal servizio dall’1/9/2010 - Modulistica

Inseriamo la modulistica per la cessazione dal servizio e trattamento di quiescenza dall’1/9/2010 del personale Dirigente, Docente, Educativo ed ATA:
- domanda di dimissioni dal servizio del personale docente, educativo ed ATA;
- domanda di dimissioni dal servizio dei dirigenti scolastici;
- domanda di trattenimento in servizio ai sensi dell’art. 509, comma 2, del D.L.vo n. 297/94 del personale docente, educativo ed ATA;
- domanda di trattenimento in servizio ai sensi dell’art. 509, comma 2, del D.L.vo n. 297/94 dei dirigenti scolastici;
- domanda di trattenimento in servizio ai sensi dell’art. 509, comma 3, del D.L.vo n. 297/94 del personale docente, educativo ed ATA;
- domanda di trattenimento in servizio ai sensi dell’art. 509, comma 3, del D.L.vo n. 297/94 dei dirigenti scolastici;
- dichiarazione di elezione di domicilio ai fini della pensione e della buonuscita INPDAP;
- dichiarazione circa la posizione debitoria;
- dichiarazione del proprio Codice Fiscale;
- dichiarazione di esistenza di eventuali domande di computo, riscatto, ricongiunzione dei servizi ai fini della pensione e della buonuscita;
- dichiarazione circa il godimento di pensione;
- dichiarazione del titolare del trattamento;
- dichiarazione dei servizi valutabili;
- domanda di liquidazione della pensione ai sensi della C.M. n. 244/2000;
- dichiarazione opzione sistema contributivo;
- domanda di cumulo pensione di anzianità e del rapporto di lavoro a tempo parziale;
Modelli pensione 2010, modelli pensione part-time 2010.

mercoledì 16 dicembre 2009

PERSONALE DELLA SCUOLA - CESSAZIONI DAL SERVIZIO E TRATTAMENTO DI QUIESCENZA - INDICAZIONI OPERATIVE DEL MIUR

Il MIUR - Dipartimento per l’Istruzione - Direzione Generale per il Personale scolastico con la C.M. n. 96, prot. 19081, ha diffuso il D.M. n 95 del 15 dicembre 2009, disciplinante le cessazioni dal servizio ed il trattamento di quiescenza per il personale della scuola, dall’1/9/2010.
Requisiti minimi per l’accesso al trattamento pensionistico:
Per l’accesso al trattamento pensionistico, a decorrere dall’1.9.2010, sono di 59 anni di età e di 36 anni di contribuzione, ancorché i requisiti prescritti vengano maturati entro il 31 dicembre del medesimo anno.
E’ fissata al 16 gennaio 2010 la data di presentazione, da parte di tutto il personale del comparto scuola, delle domande di collocamento a riposo per compimento del 40° anno di servizio, di dimissioni volontarie dal servizio e di trattenimento in servizio ai sensi dell’art. 509, commi 2 e 3 del D.Lgs. n. 297 del 16 aprile 1994.
Il termine del 16 gennaio 2010 vale anche per coloro che manifestino la volontà di cessare prima della data finale prevista da un precedente provvedimento di permanenza in servizio.
Tutte le predette domande valgono, per gli effetti, dall’1/9/2010.
Entro la medesima data del 16 gennaio 2010 gli interessati hanno la facoltà di revocare le suddette istanze.

martedì 15 dicembre 2009

CCNI – Mobilità professionale ex art. 1, comma 2, sequenza contrattuale del 25 luglio 2008, ex articolo 62 CCNL/2007

Pubblicato il testo definitivo del contratto collettivo nazionale integrativo, sottoscritto il 3 u.s., con il qual sono disciplinati i criteri e le procedure per la mobilità professionale, da un’area inferiore all’area immediatamente superiore, del personale ATA appartenente alle aree contrattuali “A”, “B” e “C” di cui alla Tabella “C” allegata al CCNL/2007.
Le da parte del personale interessato, potranno essere presentate 29 gennaio al 17 febbraio 2010, secondo le modalità indicate all’articolo 4 del Contratto in argomento.
Allegati: nota prot.n. 19008 del 14 dicembre 2009; Avviso; CCNI 3 dicembre 2009; Comparto scuola CCNI; Allegato tecnico; tabelle titoli: Assistente amministrativo; Assistente Tecnico; Coordinatore amministrativo; Coordiantore tecnico; tabella da b a d (dsga); tabella da c a d (dsga).

Legge n. 69/2009 e CC.MM. Dipartimento Funzione Pubblica nn. 3 e 5 del 2009 - Dirigenti Area V - Dirigenti Scolastici in posizione di stato

Con la nota ministeriale prot. n. AOODGPER.18462 del 2 dicembre u.s. si davano istruzioni concernenti l’avvio delle nuove procedure in applicazione della Legge n. 69/2009 e CC.MM. Dipartimento Funzione Pubblica nn. 3 e 5 del 2009 - Dirigenti Area V - Dirigenti Scolastici in posizione di stato.
Oggi si forniscono ulteriori indicazioni per i dirigenti scolastici in servizio presso Enti diversi dalle istituzioni scolastiche.
Tale personale potrà ottemperare agli obblighi previsti utilizzando la seguente procedura:
compilazione del curriculum vitae e della tabella di retribuzione annua lorda, così come indicato nella scheda tecnica già allegata alla nota succitata;
successivo invio di entrambi a quest’Ufficio per e-mail al seguente indirizzo dgpers.uff5@istruzione.it.

giovedì 10 dicembre 2009

RIAMMISSIONE IN SERVIZIO

Il personale dirigente, docente, educativo ed ATA della scuola cessato dal servizio può, ai sensi dell’art. 516 del D.L.vo 16/4/94 n. 297 e dell’art. 132 del DPR 10/1/57, n. 3, entro il 15 gennaio di ogni anno, presentare domanda di riammissione in servizio.
Le aliquote delle riammissioni in servizio sono stabilite dalle CC.MM. n. 194 del 20/7/90 e n. 155 dell’11/6/91.
Leggi, modello domanda.

mercoledì 9 dicembre 2009

Decreto pubblicazione graduatorie prioritarie provvisorie per distretto scolastico del personale docente

Esclusivamente per la correzione di errori materiali possono essere prodotti eventuali reclami che devono essere inviati, entro e non oltre tre giorni dalla pubblicazione delle suindicate graduatorie, tramite fax o per e-mail all' Ufficio Scolastico Provinciale, ovvero presentati a mano.
Leggi decreto.

domenica 6 dicembre 2009

ZAINETTI SCOLASTICI

Peso di cartelle e zaini: nota prot.5922 del 30 novembre.

RIPOSI GIORNALIERI DEL PADRE IN CASO DI MADRE CASALINGA

ART. 40, LETT. C DEL D.LGS. 151/2001 - T.U. MATERNITÀ/PATERNITÀ PRECISAZIONI INPS

In attuazione dell’interpretazione estensiva emersa in seno al Consiglio di Stato ed avallata dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali con lettera circolare B/2009 del 12.05.2009 l’INPS ha emanato la circolare n. 112 del 15/10/09 (vedi N.S. n. 11 del 16/10/2009), prevedendo la possibilità di riconoscere al padre lavoratore dipendente il diritto a fruire dei riposi giornalieri anche nei casi di oggettiva impossibilità da parte della madre casalinga di dedicarsi alla cura del neonato, perché impegnata in altre attività (ad esempio accertamenti sanitari, partecipazione a pubblici concorsi, cure mediche ed altre simili).
Il padre dipendente, pertanto, in questi casi, può fruire dei riposi giornalieri.
Il medesimo Istituto con la circolare n. 118 del 25/11/2009 ha precisato ulteriormente che recentemente il Ministero del Lavoro, della Salute e Politiche Sociali, con lettera circolare C/2009, del 16.11.2009 ha interpretato l’indirizzo del Consiglio di Stato nel senso del maggior favor del ruolo genitoriale, ed ha pertanto, riconosciuto il diritto del padre a fruire dei riposi giornalieri, ex art. 40 del T.U. 151/2001, sempre nel caso di madre casalinga, senza eccezioni ed indipendentemente dalla sussistenza di comprovate situazioni che determinano l’oggettiva impossibilità della madre stessa di accudire il bambino.
Conseguentemente, il padre dipendente in tali ipotesi ed alle condizioni indicate, può fruire dei riposi giornalieri, nei limiti di due ore o di un’ora al giorno a seconda dell’orario giornaliero di lavoro, entro il primo anno di vita del bambino o entro il primo anno dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato (artt. 39 e 45 del D.Lgs. 151/2001).

venerdì 4 dicembre 2009

FOGLI DI CALCOLO RISORSE FINANZIARIE 2009/2010

Accordo Nazionale, Funzioni strumentali, Incarichi specifici, ore eccedenti attività sportiva.

giovedì 3 dicembre 2009

NUOVO DECRETO MINISTERIALE SALVA PRECARI

Nota di trasmissione, decreto.

USP TRIESTE DECRETO PUBBLICAZIONE MODIFICA CODE GRADUATORIA DOCENTI 2009/2010 E 2010/2011

Decreto, elenco in ordine alfabetico.

PERMESSI RETRIBUITI DIRITTO ALLO STUDIO 2010

Cirolare trasmissione, decreto, elenchi primaria, sec,I°, sec.II°,ata.

DIRIGENTI SCOLASTICI LEGGE 69/2009 e CC.MM. Dipartimento Funzione Pubblica nn. 3 e 5 del 2009

Avvio delle nuove procedure relative alla pubblicazione degli emolumenti percepiti dai dirigenti scolastici, il curriculum vitae nonché i tassi di assenza e presenza del personale scolastico facente capo a ciascun ufficio dirigenziale.
A partire dal 3 dicembre 2009 i dati relativi al curriculum vitae e gli emolumenti percepiti saranno inseriti da ogni singolo dirigente scolastico secondo i criteri contenuti nelle circolari nn. 3 e 5 del 2009 emanate dal Dipartimento Funzione Pubblica e reperibili su:
http://www.funzionepubblica.it/dipartimento/documentazione/documentazione_circolari_direttive.htm.

UNIVERSITÀ - COMUNICATO UNITARIO SUL DDL GELMINI

Le Organizzazioni sindacali e le Associazioni universitarie hanno emanato un primo documento che riportiamo qui di seguito.

ADI, ADU, AND, ANDU, APU, CIPUR, CISAL, CISL-Università, CNU, CNRU, CONFSAL, FLC-CGIL, RDB-CUB, SNALS-Docenti Università, SUN, UDU, UGL-Università e Ricerca, UILPA-UR

Il DDL su "Norme in materia di organizzazione delle università, ..." presentato dal Governo al Senato e' stato elaborato in quasi un anno in sintonia con la CRUI e senza una reale consultazione delle Rappresentanze sindacali e delle Organizzazioni universitarie.
Il DDL pone finalmente per iscritto le intenzioni del governo su quelli che sono ritenuti i nodi centrali della organizzazione e della gestione del Sistema universitario.
Le soluzioni proposte, a nostro avviso, non consentono il rilancio dell'Università pubblica come Istituzione strategica per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese, anche per la mancanza di adeguati investimenti.
Del DDL si evidenziano i seguenti punti sui quali siamo particolarmente critici:
- l'Università pubblica non viene più indicata come "sede primaria della ricerca";
- l'autonomia del Sistema universitario viene svuotata sia a livello locale sia a livello centrale, concentrando in poche mani (il Rettore e il Consiglio di Amministrazione) il potere di gestione degli Atenei e assoggettando il Ministero competente a quello dell'Economia;
- i previsti meccanismi concorsuali potrebbero addirittura accentuare il localismo, senza eliminare i casi di nepotismo e senza premiare il merito;
- i problemi del precariato vengono aggravati con l'aggiunta del ricercatore a tempo determinato alle attuali innumerevoli figure a termine, invece di procedere alla loro totale sostituzione con un'unica figura pre-ruolo, dotata di autonomia e responsabilità diretta di progetti di ricerca;
- assenza di qualsiasi riferimento al destino degli attuali ricercatori di ruolo;
- assenza di qualsiasi riferimento alla rappresentanza e al destino del personale tecnico-amministrativo;
- la nuova figura del "direttore generale" rischia di sovrapporsi a quella del rettore;
- le indicazioni sul diritto allo studio risultano generiche.
Nelle singole sedi saranno indette Assemblee per discutere e approfondire i contenuti del DDL.
Il 15 gennaio 2010 torneremo a riunirci a Roma per valutare gli sviluppi della situazione, tenendo anche conto dell'esito della Assemblee di Ateneo.
Conseguentemente si decideranno le iniziative più adeguate. Inoltre si programmeranno gli incontri con le Forze politiche e i Gruppi parlamentari.

Roma, 27 novembre 2009

mercoledì 2 dicembre 2009

APERTURA PORTALE STIPENDI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Nota MIUR; Allegato.

ELENCO DOMANDE NON ACCOLTE AI FINI DELLE PRIORITA'

Viene pubblicato in data odierna l’elenco delle domande non accolte ai fini dell’attribuzione della priorità per le supplenze brevi.
Entro cinque giorni dalla pubblicazione all’albo del predetto elenco gli interessati possono presentare reclamo scritto al Direttore reggente di questo U.S.P.

martedì 1 dicembre 2009

lunedì 30 novembre 2009

PERSONALE ATA – CERTIFICATA L’IPOTESI DI CCNI 12/3/2009 DISCIPLINANTE LA MOBILITA’ PROFESSIONALE

Abbiamo appreso dal MIUR che il MEF ha certificato l’ipotesi di CCNI sottoscritto il 12/3/2009, disciplinante le procedure selettive per i passaggi del personale ATA dall’area inferiore a quella immediatamente superiore, ai sensi dell’art. 1, comma 2, della Sequenza Contrattuale 25/7/2008.
Adesso seguirà la sottoscrizione definitiva del suddetto CCNI ed entro 10 giorni dalla stessa, il MIUR dovrà:
- pubblicare sul proprio sito internet il provvedimento di indizione della procedura;
- fissare il termine di presentazione delle domande (previsto in 20 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di indizione della procedura nel sito internet del MIUR).
Si ricorda che alle suddette procedure selettive può partecipare:
passaggio dall’area A all’are B
- il personale in possesso dei titoli di studio previsti per il profilo professionale di destinazione;
- il personale in possesso del titolo di studio attualmente previsto per il profilo di appartenenza e dell’anzianità di almeno cinque anni di effettivo servizio nel profilo di appartenenza. In alternativa al servizio nel profilo di appartenenza è ritenuto valido, al fine della partecipazione alla mobilità professionale, esclusivamente il servizio prestato nel profilo professionale per il quale si chiede la mobilità.
MOBILITA’ PER L’AREA D – PROFILO DSGA
In prima applicazione, in attesa della determinazione dell’organico dei profili dell’area “C”, è ammesso a partecipare:
a) il personale appartenente all’area B in possesso del titolo di studio specifico previsto per il profilo del DSGA;
b) il personale appartenente all’area B in possesso del titolo di studio per l’accesso all’area C con una anzianità di servizio effettivo non inferiore ai 5 anni nel profilo di appartenenza che abbia svolto per non meno di 2 anni incarichi per la sostituzione del DSGA;
c) il personale appartenente all’area B in possesso di un diploma di maturità e con una anzianità di servizio non inferiore a 5 anni nel profilo di appartenenza che abbia svolto, per non meno di 3 anni, incarichi per la sostituzione del DSGA;
d) il personale ATA transitato dagli EE.LL. allo Stato appartenente all’ex VI o VII livello che doveva essere inquadrato nel profilo di coordinatore amministrativo ai sensi dell’art. 1, comma 3, della Sequenza Contrattuale 8/3/2002.
Per il personale di cui alle suddette lett. b) e c), ai fini dell’accesso alle procedure è da intendersi valido a tutti gli effetti il servizio prestato in qualità di DSGA si sensi degli artt. 47 e 58 del CCNL/2003 e degli artt. 47 e 59 del CCNL/2007, nonché dell’art. 11 bis del CCNI/2005 sulle utilizzazioni.

ART. 50 3° COMMA DEL CCNL DEL PERSONALE DELLA SCUOLA, COSÌ NOVELLATO DALLA SEQUENZA CONTRATTUALE DEL 25 LUGLIO 2008. – PROVE SELETTIVE SUPPLETIVE

Leggi.

giovedì 26 novembre 2009

GRADUATORIE PRIORITARIE

La legge di conversione del Decreto Legislativo 134/09 è stato pubblicato come Legge 167 del 24 novembre 2009 sulla Gazzetta Ufficiale .
Ecco le novità rispetto al testo originario del DL 134/09:
- ampliamento dei destinatari delle graduatorie prioritarie.
In base al Dm 82/09 potevano fare domanda solo coloro che, inclusi nelle graduatorie provinciali, avevano un incarico annuale o fino al termine delle attività didattiche nell’anno scolastico precedente e non l'avevano avuto quest'anno.
Con l'emendamento approvato alla Camera e confermato al Senato, potranno presentare la domanda (attraverso un nuovo bando che il Ministero si appresta ad emanare) anche coloro che abbiano svolto almeno 180 giorni di servizio nel 2008/09 ferma restando l'inclusione nelle graduatorie provinciali.
Ad oggi le graduatorie devono ancora essere pubblicate e quindi le supplenze temporanee vengono conferite regolarmente dalle graduatorie d'istituto.

lunedì 23 novembre 2009

Carta famiglia - beneficio "energia elettrica 2009

Viene attivato anche per l'anno in corso il beneficio "energia elettrica" di Carta famiglia. La domanda potrà essere presentata dal titolare di Carta famiglia al Comune di residenza dall'11 gennaio al 30 aprile 2010.
Dovrà essere indicato il totale delle bollette emesse dal 1° dicembre 2008 al 31 dicembre 2009.

venerdì 20 novembre 2009

FONDI PER IL PAGAMENTO DELLE FUNZIONI STRUMENTALI DEL PERSONALE DOCENTE, DEGLI INCARICHI SPECIFICI AL PERSONALE ATA E DELLE ORE ECCEDENTI

Come anticipato il 18/11 u.s., è stato sottoscritto tra il MIUR e le OO.SS. firmatarie del CCNL Scuola, l’Accordo Nazionale con il quale vengono disciplinati i valori unitari ed i criteri per la ripartizione dei fondi per il pagamento delle funzioni strumentali del personale docente, degli incarichi specifici del personale ATA e delle ore eccedenti le 18 ore settimanali per le attività complementari di educazione fisica per l’a.s. 2009/2010.
Si riportano, qui di seguito e sinteticamente, gli aspetti relativi ad ognuno dei suddetti aspetti contrattuali.
Funzioni strumentali
Per la retribuzione delle funzioni strumenti a ciascuna istituzione scolastica spetta:
- una quota base di € 3.000,00 lordo stato;
- una ulteriore quota di € 2.000,00 (lordo stato) che si aggiunge alla precedente per la complessità organizzativa (nel caso di istituti comprensivi; istituti di istruzione secondaria di secondo grado; sezioni carcerarie, sezioni ospedaliere, centri territoriali permanenti; corsi serali curriculari; convitti ed educandati annessi; scuole medie annesse ad istituti d’arte e conservatori);
- una ulteriore quota di € 110,00 (lordo stato) per ogni unità di personale docente presente nell’organico di diritto, che si aggiunge alle precedenti per la dimensione dell’istituzione scolastica.
Incarichi specifici personale ATA
Ad ogni istituzione scolastica, per la retribuzione degli incarichi specifici al personale ATA, spetta:
- una quota di € 100,00 (lordo stato) per ciascun posto in organico di diritto del personale ATA con esclusione di quello del DSGA e di quelli accantonati per la presenza di ex LSU (collaboratori scolastici) e co.co.co. (assistenti amministrativi ed assistenti tecnici);
- una ulteriore quota di € 316,34 (lordo stato), che si aggiunge alla precedente, per ogni posto di organico di diritto come sopra determinato non coperto da titolare beneficiario di prima posizione economica.
Attività complementari di educazione fisica
Per la realizzazione di progetti per avviamento alla pratica sportiva viene assegnata ad ogni scuola secondaria di primo e secondo grado:
- una quota di € 3.000,00 (lordo stato) per ogni docente di educazione fisica in organico di diritto;
- una quota aggiuntiva di € 6.000,00 (lordo stato) per ogni docente coordinatore provinciale delle attività sportive.
A riguardo si precisa che:
· l’utilizzo delle risorse suddette è obbligatoriamente legato alla effettiva attivazione dei progetti di avviamento alla pratica sportiva;
· le quote di finanziamento dei progetti approvati dalle scuole saranno erogate a consuntivo e, comunque, sulla base dei progetti approvati dalle scuole nell’ambito del POF entro il 15/12 p.v.;
· ai fini della retribuzione spettante agli interessati, vige il disposto dell’art. 87 del CCNL 29/11/2007 che prevede:
- l’effettuazione di ore eccedenti oltre le 18 ore fino ad un massimo di 6 ore settimanali nell’ambito dello specifico progetto contenuto nel POF;
- la corresponsione del compenso per coloro che sono impegnati nel progetto nella misura oraria previsto dall’art. 70 del CCNL 4/8/95 (1/78 dello stipendio in godimento) maggiorata del 10%, ovvero in modo forfettario;
- l’erogazione ai docenti coordinatori provinciali per l’educazione fisica, nel limite fino ad un massimo di 6 ore settimanali, del compenso per le ore eccedenti con la maggiorazione prevista dal medesimo articolo contrattuale.
Infine, si fa rinvio alle linee guida ed alle indicazioni operative per l’attività di educazione fisica, motoria e sportiva nelle scuole secondarie di primo e secondo grado diramate dal MIUR con prot. n. 4273 del 4/8/2009, N.5163 del 16/10/2009, n. 5510 del 10/11/2009.
Utilizzazione risparmi
Eventuali risparmi o mancati utilizzi delle suddette risorse contrattuali dovranno essere destinati per retribuire il lavoro notturno nei convitti, l’indennità di direzione ai sostituti dei DSGA e duplicazione delle quote dell’indennità di direzione.
Norma finale
Entro breve termine saranno comunicate alle singole istituzioni scolastiche le quote di finanziamento spettanti per attivare la programmazione delle attività e le conseguenti contrattazioni integrative d’istituto.
ACCORDO NAZIONALE 18 NOVEMBRE 2009

DECRETO LEGGE PRECARI: APPROVATO IN VIA DEFINITIVA

Informiamo che nella seduta n.285 (pomeridiana) di Mercoledì 18 novembre 2009, l’Aula del Senato ha approvato definitivamente il decreto legge 134/09.
“Lo Snals Confsal esprime soddisfazione per il voto positivo del Senato che ha convertito in legge il decreto sui precari, anzitutto perché nel provvedimento legislativo vengono recepite le proprie richieste: assicurare ai precari che non sono stati confermati nelle nomine annuali continuità lavorativa e retributiva con il riconoscimento giuridico dell’attuale anno scolastico.” Lo ha dichiarato Marco Paolo Nigi, segretario generale del sindacato autonomo dei lavoratori della scuola.
“Riteniamo estremamente innovativo che altri soggetti istituzionali, come l’Inps e le Regioni, concorrano con risorse finanziarie proprie - le Regioni, anche con la promozione di iniziative didattiche che ampliano l’offerta formativa delle scuole - a trovare soluzioni positive al precariato della scuola che ha un forte impatto su migliaia di famiglie”, ha proseguito Nigi.
“L’estensione degli ammortizzatori sociali al personale della scuola, con forme di sostegno al reddito, come richiesto dallo Snals-Confal - ha concluso Nigi -, è un segnale positivo che viene dal ministro Gelmini, alla quale ora chiediamo un impegno per programmare un piano di immissioni in ruolo fondato sulla salvaguardia degli organici e la copertura del turnover, favorendo anche forme di pensionamento anticipato”.

POSIZIONI ECONOMICHE DEL PERSONALE ATA - CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA SULLE ECONOMIE - PAGAMENTO ORE ECCEDENTI PER LA SOSTITUZIONE DEI COLLEGHI ASSENTI

Leggi.

mercoledì 18 novembre 2009

Assemblea sindacale generale del personale della scuola

Oggi, 18 novembre, nell’aula magna del liceo “Dante Alighieri” si è tenuta l’assemblea generale indetta dallo SNALS-Confsal per tutto il personale delle scuole triestine.
La relazione del Segretario provinciale, Giuseppe Ughi, sul tema “La scuola italiana nel “vortice” delle riforme ordinamentali, degli organici, del reclutamento, del dimensionamento, del sistema previdenziale e dello stato giuridico” ha evidenziato la realtà scolastica italiana con quella degli altri Paesi occidentali dove l’OCSE e la valutazione PISA collocano i nostri studenti agli ultimi posti in tutti e tre gli ambiti di indagine (lettura, matematica e scienze). Peggio di noi fanno solo Grecia e Portogallo, mentre Spagna e Francia stanno poco meglio di noi; Germania e Regno Unito sono a metà classifica e primeggiano Giappone, Corea del Sud e Finlandia.
“E’ per lo meno strano – ha dichiarato Ughi – che alle maggiori ore trascorse a scuola in Italia, un terzo in più della Germania, Norvegia e Finlandia, corrisponda un risultato scolastico così modesto”.
Lo SNALS-Confsal ritiene necessario adottare un modello strutturale che contempli un efficace metodo di insegnamento congiunto alla effettiva serietà degli studi e alla qualità della formazione degli insegnanti, ai quali va garantito un livello adeguato di riconoscimento sociale e di status.
Alle riforme in corso nel primo ciclo di istruzione sono in dirittura d’arrivo i regolamenti per la riforma del secondo ciclo, ossia dagli istituti superiori, la cui approvazione, secondo il Ministro Gelmini, avverrà prima di Natale e l’applicazione con il prossimo anno scolastico 2010/2011.
“Questa accelerazione del passaggio al nuovo ordinamento – ha continuato Ughi – creerà certamente disagi all’interno della scuola, perché mancano ancora le condizioni di fattibilità in assenza della revisione delle classi di concorso, della composizione delle cattedre per ciascuno degli indirizzi, dell’individuazione degli ambiti, dei criteri e delle modalità per l’ulteriore articolazione delle aree di indirizzo.”
Per il Sindacato va via via estendendosi il convincimento che la riforma abbia per obiettivo primario il solo contenimento della spesa, già quantificata dal Governo nel quadriennio 2009/2012 in 7,832 miliardi di euro. Il settore dell’istruzione deve essere considerato un settore di investimento e non di mero risparmio, perché leva strategica per lo sviluppo civile, culturale ed economico del Paese.
Altrettanto fondamentale è l’adozione di un organico pluriennale stabile d’Istituto, eliminando la piaga del precariato, garantendo così la necessaria continuità didattica e funzionalità organizzativa.
Invece nello schema di piano programmatico del governo previsto dall’art.64 della legge 133/2008 sono stati quantificati i tagli del personale per il triennio scolastico 2009/2010 – 2011/2012 per un totale di 87.400 docenti e 44.500 amministrativi, tecnici ed ausiliari.
A Trieste, a fronte di un aumento di 245 alunni, c’è stato un taglio di 71 docenti e 56 ATA nell’organico di diritto.
Il precariato, nella nostra città si è attestato da anni su valori inaccettabili per la qualità della scuola ed ammonta a 278 docenti pari al 15% dell’organico e 283 amministrativi tecnici ed ausiliari pari al 37% dell’organico con una punta incredibile del 59.3% di collaborati scolastici (ex bidelli).
In presenza di questa tragica situazione c’è anche l’intenzione di ridurre gli istituti con il prossimo anno scolastico, oltre l’attivazione del Centro provinciale per l’istruzione degli adulti che ha già determinato l’accorpamento del “Carli” al “Da Vinci - Sandrinelli”, entreranno nell’occhio del ciclone della cosiddetta razionalizzazione gli istituti Volta, D. Alighieri, Deledda, Galvani, Fabiani, Nautico.

venerdì 13 novembre 2009

Semplificazione dei rapporti della P.A. con cittadini e imprese e delega al Governo per l’emanazione della Carta dei doveridelle Amministrazioni Pubbl

Ieri mattina, su proposta del Ministro Renato Brunetta, il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge “Disposizioni in materia di semplificazione dei rapporti della Pubblica amministrazione con cittadini e imprese e delega al Governo per l’emanazione della carta dei doveri delle amministrazioni pubbliche”, collegato alla manovra finanziaria per gli anni 2010-2013. Il testo, che adesso dovrà ricevere il parere della Conferenza unificata per poi essere presentato in Parlamento, si compone di compone di 35 articoli divisi in tre titoli:
- Disposizioni in materia di innovazione e di semplificazione dei rapporti della pubblica amministrazione con cittadini e imprese;
- Disposizioni in materia di personale pubblico;
- Delega al Governo per l'emanazione della carta dei doveri delle amministrazioni pubbliche.
Nel provvedimento sono incluse norme concordate con i Ministri della Giustizia, degli Esteri, della Gioventù e della Semplificazione normativa. Le norme che riguardano la pubblica amministrazione si inseriscono nel quadro già tracciato dal Piano industriale della P.A. presentato all’inizio della legislatura e intendono semplificare ulteriormente i rapporti con le imprese e con i cittadini.
I contenuti del disegno legge.

giovedì 12 novembre 2009

CONTROLLI SULLE ASSENZE PER MALATTIE - FASCIE ORARIE

Il Ministro per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta ha diramato una nuova circolare per le pubbliche amministrazioni in materia di controlli sulle assenze per malattia. Nella circolare si illustra il regime vigente a seguito dell'approvazione del d.lgs. n. 150 del 2009 (Riforma Brunetta) e si anticipa la prossima adozione di un decreto ministeriale, con il quale verranno rideterminate le fasce orarie di reperibilità dei lavoratori in caso di assenza per malattia. Sarà previsto un nuovo regime orario della reperibilità pari a 7 ore (a fronte delle 4 ore vigenti) e, contestualmente, saranno individuati specifici casi in cui i dipendenti sono esclusi dall'obbligo di reperibilità, anche al fine di salvaguardare le situazioni in cui ricorrono determinate patologie. Inoltre, la circolare richiama l'attenzione delle amministrazioni sui doveri di vigilanza introdotti dalla nuova disciplina, gravanti sui dirigenti, in ordine al controllo sulle assenze per malattia al fine di contrastare o prevenire fenomeni di assenteismo.
Pertanto fino all’emanazione del Decreto restano in vigore le attuali fasce di reperibilità dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 17 alle 19.
Leggi circolare

RIFORMA DELLA SCUOLA ATTIVITÀ DI EDUCAZIONE FISICA, MOTORIA E SPORTIVA NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO – LINEE GUIDA ED INDICAZIONI

Come anticipato, per quanto attiene le attività complementari di educazione fisica, il MIUR e le OO.SS. firmatarie del CCNL scuola sono addivenute ad una ipotesi di intesa, da formalizzare in successivo incontro da definire, di assegnare a ciascuna scuola che inserisce le attività motorie nel POF delle risorse per compensare le ore eccedenti per le attività di avviamento alla pratica sportiva e per ciascun coordinatore provinciale.
In riferimento a quanto sopra il MIUR - Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione -, anche con riferimento alle precedenti note in materia diramate con prot. 4273 del 4/8/2009 e n. 5163 del 16/10/2009 ha emanato la nota prot. 5510.

mercoledì 11 novembre 2009

MOBILITÀ PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED ATA A.S. 2010/2011

Si è tenuta al MIUR, una riunione quale prosecuzione del confronto per addivenire al rinnovo del CCNI per la Mobilità del personale Docente, Educativo ed ATA nell’a.s. 2010/2011.
Lo SNALS-Confsal era rappresentato da Pina Di Giacomo e Mario D’Onofrio.
Nella prima parte della riunione lo SNALS-Confsal ha posto all’Amministrazione alcuni problemi in relazione alla procedura di formulazione delle domande di mobilità via web destinata ai docenti di scuola primaria e secondaria di I grado.
La nostra delegazione ha richiesto alla rappresentante dell’EDS presente alla riunione, che per ridurre il disagio della procedura attuata obbligatoriamente via web per i docenti di tali ordini di scuola, sia necessario garantire alcuni possibili accorgimenti:
- possibilità di stampa delle istruzioni e chiarezza delle stesse;
- utilizzo di modelli uguali a quelli dello scorso anno, pur con alcuni indispensabili aggiornamenti;
- studio e messa a disposizione on line di un modello già predisposto per le dichiarazioni sostitutive dei titoli posseduti;
- utilizzo di tali modelli per le dichiarazioni sostitutive, anche per le altre categorie non interessate dalla procedura via web, in maniera da consentire univocità di modulistica di tali dichiarazioni sul territorio nazionale;
- messa a punto di un sistema operativo agile e funzionale alle esigenze degli aspiranti;
- possibilità di stampa, da parte degli aspiranti, delle domande prodotte.
Si è passati poi all’esame specifico dei vari articoli del precedente CCNI effettuando le precisazioni e gli aggiornamenti necessari.

AUDIZIONE PRESSO LA VII COMMISSIONE SENATO SUGLI SCHEMI DI REGOLAMENTO RELATIVI ALLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE

Presso la VII Commissione Istruzione del Senato, si è svolta l’audizione delle organizzazioni sindacali sugli schemi di regolamento relativi all’intero sistema dell’istruzione secondaria superiore, davanti ad una qualificata rappresentanza di senatori sia della maggioranza che dell’opposizione.
La delegazione dello SNALS-Confsal, composta dal Segretario Vicario prof. Achille Massenti e dalla dott.ssa Paola Gallegati, ha sollecitato la Commissione a porre attenzione, nella stesura del prescritto parere, alle questioni relative all’impianto ordinamentale, alla valorizzazione dell’autonomia e alle condizioni di fattibilità ribadendo, in particolare, la necessità di modificare l’inaccettabile accelerazione del processo di attuazione che dovrebbe coinvolgere il primo biennio dei percorsi secondari e, per quanto riguarda gli istituti tecnici e gli istituti professionali, anche le classi terze e quarte relativamente alla riduzione dell’orario di lezione fermo restando i programmi di studio in vigore.

martedì 10 novembre 2009

AVVISO DI DISPONIBILITA’ DI POSTO DI FUNZIONE DIRIGENZIALE NON GENERALE

Il Direttore della Direzione Generale per l’istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni dichiara che è privo di titolare l’Ufficio II e che intende conferire l’incarico dirigenziale non generale a personale estraneo all’Amministrazione, per il particolare profilo delle competenze ad esso attribuite dal D.M. del 27.7.2009.
Pertanto chi sia interessato al conferimento dell’incarico di direzione di detto Ufficio può presentare istanza al Direttore Generale per l’istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni entro il giorno 12 novembre c.a.

L’Ufficio II ha le seguenti competenze (all. 2 D.M. 27.7.2009)

UFFICIO II - Istruzione e formazione professionale
Attuazione del sistema di istruzione e formazione professionale, fatte salve le esclusive competenze delle Regioni in materia, con riferimento alle funzioni del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca riguardanti l’assolvimento dell’obbligo di istruzione nonché i livelli essenziali delle prestazioni relativi ai percorsi destinati ai giovani per il conseguimento di qualifiche e diplomi professionali entro il diciottesimo anno di età di cui al Capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226 e successive modifiche ed integrazioni. Monitoraggio e valutazione di sistema dei percorsi, per quanto di competenza dello Stato in materia di rispetto dei predetti livelli essenziali, con la collaborazione dell’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (INVALSI) e dell'Istituto per la formazione e l’orientamento professionale dei lavoratori (ISFOL). Attività istruttorie per la definizione e la costante manutenzione del Repertorio
delle qualifiche e dei diplomi professionali spendibili a livello nazionale a norma dell’articolo 13, comma 1-quinquies, della legge 2 aprile 2007, n. 40. Rapporti con il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali ai fini di cui sopra, anche con riferimento ai percorsi in apprendistato.
Misure nazionali per il sostegno all’attuazione dell’obbligo di istruzione.




ELEZIONI RSU

Indicazioni in merito alle elezioni per il rinnovo delle RSU.
Nota , allegato.

Scuola dell'Infanzia e primo ciclo dell'istruzione

Registrato alla Corte dei Conti il 15 ottobre 2009 -Reg. 6 Foglio 123 l'atto di indirizzo del Ministro Mariastella Gelmini recante i criteri generali necessari ad armonizzare gli assetti pedagogici, didattici ed oarganizzativi con gli obiettivi previsti dal regolamento emanato con D.P.R. del 20 marzo 2009 n.89.
(Nota prot.11320 del 9 novembre 2009)

venerdì 6 novembre 2009

CCNL AREA V: I DIRIGENTI SCOLASTICI SCRIVONO AI MINISTRI GELMINI, TREMONTI E BRUNETTA

Dopo la lettera congiunta dei Segretari Generali di tutte le organizzazioni sindacali rappresentative dell’Area V, con la quale si chiedeva l’apertura di un tavolo politico per consentire la ripresa del negoziato per il rinnovo del CCNL e una rapida soddisfacente conclusione dello stesso, invitiamo i dirigenti scolastici ad inviare ai Ministri Gelmini, Tremonti e Brunetta la nota - che riportiamo in coda al notiziario - a sostegno dell’iniziativa sindacale.

FONDO ISTITUZIONE SCOLASTICA ED AMMONTARE DELLE VOCI ACCESSORIE - INCONTRO MIUR/OO.SS. FIRMATARIE DEL CCNL SCUOLA

E’ proseguito, nella mattinata di ieri, il preannunciato incontro MIUR/OO.SS. firmatarie del CCNL scuola sul fondo dell’istituzione scolastica e sulla ripartizione dei fondi per funzioni strumentali, incarichi specifici ATA, ore eccedenti la pratica sportiva.

AUDIZIONE PRESSO LA VII COMMISSIONE DELLA CAMERA SUGLI SCHEMI DI REGOLAMENTO RELATIVI ALLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE

Si è svolta ieri mattina, presso la VII Commissione Istruzione della Camera, l’audizione delle organizzazioni sindacali sugli schemi di regolamento relativi all’intero sistema dell’istruzione secondaria superiore.
Gli interventi si sono svolti davanti ad una numerosa rappresentanza di deputati appartenenti sia alla maggioranza che all’opposizione.
La delegazione dello SNALS-Confsal, composta dal Segretario Vicario prof. Achille Massenti e dalla dott.ssa Paola Gallegati, ha illustrato puntualmente la posizione del Sindacato rispetto alle questioni relative all’impianto ordinamentale, alle condizioni di fattibilità e alle misure di sostegno e di accompagnamento del processo di riforma.
In particolare ha dichiarato inaccettabile l’accelerazione del processo di attuazione che dovrebbe, secondo gli schemi di regolamento adottati in prima lettura dal Governo, coinvolgere il primo biennio di tutti i percorsi secondari e, per quanto riguarda gli istituti tecnici e gli istituti professionali, anche le classi terze e quarte relativamente alla riduzione dell’orario di lezione fermo restando i programmi di studio in vigore.
Al termine del dibattito, proprio su quest’ultimo aspetto, è stato acquisito l’impegno del Presidente della Commissione, on.le Valentina Aprea, ad esprimere un parere fortemente indirizzato alla graduale attuazione della riforma, che dovrà dunque interessare solo le prime classi.

giovedì 5 novembre 2009

CCNI MOBILITÀ PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO E A.T.A. A.S. 2010/2011 - INCONTRO AL MIUR

E’ ripreso nel pomeriggio del 3 novembre, il confronto tra MIUR e OO.SS. per la definizione del CCNI della Mobilità del personale Docente, Educativo ed ATA relativo all’anno scolastico 2010/2011.
Il MIUR ha fornito, a seguito della richiesta di tutte le OO.SS. nella precedente riunione, un quadro sintetico nazionale della mobilità effettuata per l’anno scolastico 2009/2010.
Dai dati forniti dal Ministero appare evidente che la maggior parte dei trasferimenti sono stati effettuati d’ufficio o a domanda condizionata, e sono quindi legati alla massiccia riduzione dell’organico avvenuta a seguito dei tagli, conseguenza della L. 133/2008.
In realtà nella riunione non si è ancora proceduto all’esame dei singoli articoli, per la prevista “Manutenzione del testo”, ma ci si è soffermati su alcune problematiche di carattere generale, tra le quali delle possibili precisazioni sull’art. 7 del CCNI, e si è convenuto sulla necessità di rendere coerenti fra loro alcuni articoli del CCNI che hanno determinato dubbi interpretativi, strategia, quest’ultima, già suggerita dal nostro Sindacato nella precedente riunione.
Lo SNALS-Confsal, rappresentato da Pina Di Giacomo, ha precisato che, al di là della necessità di porre mano, da subito, ad un lavoro di manutenzione del testo, per correggere alcune incertezze e imprecisioni, il nostro sindacato potrà sottoscrivere il CCNI per la Mobilità solo a conclusione dei lavori dei tavoli di confronto paralleli per la revisione delle classi di concorso e per le nuove norme relative alla definizione dell’organico di diritto per l’anno scolastico 2010/2011.

mercoledì 4 novembre 2009

ESTERO: BANDO DI CONCORSO PER LA SELEZIONE DI ESPERTI NAZIONALI DISTACCATI (POSIZIONI APERTE FINO AL 1°/12//09)

Il MAE - Dir. Gen. per l’integrazione europea - Ufficio VI - ha pubblicato l’elenco di nuovi posti offerti a coloro che abbiano già un contratto di lavoro a tempo indeterminato, e che desiderino lavorare nelle Istituzioni comunitarie.
Le candidature devono pervenire al MAE - D.G. Integrazione Europea - Ufficio VI - P.le della Farnesina, 1 - Roma, entro le ore 13,00 del termine di scadenza per i suddetti posti, che sono:
a) per 20 posti il 6 novembre 2009 (già resi noti da tempo);
b) per 11 posti l’11 novembre 2009;
c) per 19 posti il 1° dicembre 2009.
Inseriamo in internet, alla voce Estero, il suddetto elenco, informando, comunque, gli interessati che i bandi completi e la normativa di riferimento per presentare le domande, il curriculum vitae ed il nulla osta sono reperibili sul sito internet del MAE seguendo il percorso Servizi > Italiani > Opportunità > Nell'Unione Europea > Nelle Istituzioni UE > Esperti Nazionali Distaccati (End) oppure al seguente indirizzo:
http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Italiani/Opportunita/Nella_UE/Nelle_Istituzioni/EspertiNazionaliDistaccati/ quindi, cliccare su END e poi “Posizioni aperte”.

PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO 2010

Per l’ anno scolastico in corso, le domande da parte degli interessati vanno presentate con le seguenti modalità:
Personale docente ed educativo delle scuole di lingua italiana e personale ATA delle scuole di lingua italiana e delle scuole con lingua di ins. slovena:
· entro il 10 novembre 2009 ai Dirigenti scolastici, i quali le trasmetteranno all’U.S.P. di competenza entro il 16 novembre 2009.
Personale docente delle scuole con lingua di ins.slovena:
· entro il 10 novembre 2009 ai Dirigenti scolastici, i quali le trasmetteranno all’Ufficio IV di questa Direzione Regionale, entro il 16 novembre 2009.
Altri adempimenti:
· pubblicazione delle graduatorie da parte degli UU.SS.PP.: entro il 7 dicembre 2009.
· emissione dei provvedimenti da parte dei Dirigenti scolastici: entro il 15 dicembre 2009.
Si richiama l’attenzione dei Dirigenti Scolastici sulla necessità di dare puntuale applicazione alla normativa vigente per la sostituzione del personale che ha titolo a beneficiare dei permessi retribuiti.
Per quanto riguarda le altre norme di applicazione della materia, si rimanda al C.C.I.R. citato in oggetto.
Allegati: decreto contingente regionale; CCIR 17/10/2006;lettera trasmissione decreto, modello di domanda.

venerdì 30 ottobre 2009

Novità annunciate dal Ministro Brunetta sulle assenze per malattia

In particolare:
- l'invio dei certificati medici per via telematica, spedito direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria pubblica all'INPS. L'INPS a sua volta lo invierà, sempre per via telematica, all'amministrazione di appartenenza del lavoratore. Il sistema telematico di trasmissione partirà subito, anche se è prevista una fase di transizione nel corso della quale potranno essere utilizzate sia la modalità tradizionale sia quella telematica. Sono applicate sanzioni in caso di inosservanza degli obblighi di trasmissione telematica;
- l'obbligo, in caso di assenze protratte per più di 10 giorno e dopo il secondo evento, di avere un certificato della struttura sanitaria pubblica o del medico convenzionato con il S.S.N.;
- l'attribuzione al Ministero per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione del compito di fissare le fasce orarie di reperibilità. Con decreto verranno introdotte fasce orarie più lunghe di quelle vigenti (8-13 e 15-18) ma verranno contestualmente previste alcune eccezioni rispetto all'obbligo di reperibilità in considerazioni di particolari patologie o situazioni;
- la responsabilizzazione del dirigente nell'applicazione delle disposizioni che contrastano l'assenteismo, con sanzioni disciplinari nel caso di mancata vigilanza (decurtazione della retribuzione di risultato o mancata attribuzione della stessa, sospensione dal servizio con privazione della retribuzione);
- l'introduzione di sanzioni disciplinari, amministrative e penali (licenziamento disciplinare, multa e reclusione) per il dipendente nel caso di falsa attestazione della presenza o di certificazione medica falsa;
- l'applicazione al medico che attesta il falso di sanzioni disciplinari, penali e amministrative (radiazione dall'albo, licenziamento se dipendente di struttura sanitaria pubblica o decadenza della convenzione con il SSN, reclusione e multa)."

Mobilità personale docente ed ATA a.s. 2010/2011

Resoconto incontro MIUR 29/10/2009.
Leggi allegato.

FONDO ISTITUZIONE SCOLASTICA ED AMMONTARE DELLE VOCI ACCESSORIE – INCONTRO MIUR/OO.SS. FIRMATARIE DEL CCNL SCUOLA

Come preannunciato il 23/10 u.s., è proseguito nel pomeriggio del 28/10 u.s. l’incontro MIUR/OO.SS. firmatarie del CCNL Scuola con il seguente Ordine del Giorno:
- ammontare del FIS e criteri di calcolo per la ripartizione;
- ammontare delle voci accessorie relative alla pratica sportiva, incarichi specifici, ecc..

giovedì 29 ottobre 2009

RIORGANIZZAZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE E UFFICI TERRITORIALI

Ieri, 27 ottobre, ha avuto luogo l’informazione preventiva in merito alla proposta di Decreto Ministeriale che sarà emanato dal Ministro con le modifiche richieste nell’incontro del 19 u.s..
Il Direttore Generale ha accolto tutte le variazioni proposte includendole nelle competenze dei vari Uffici.
Lo SNALS-Confsal ha ricordato al Direttore che per quanto attiene l’organizzazione e la disciplina di ogni ufficio, nonché la consistenza e la variazione delle dotazioni organiche, queste dovranno avvenire tramite un confronto dei soggetti sindacali indicati nell’art.8, comma 2 del CCNL (RSU e O.S. firmatarie).
E’ stato fatto notare che l’Amministrazione ha sempre disatteso la consultazione sulle materie oggetto degli atti di gestione adottati e sulla verifica dei relativi risultati che obbligatoriamente doveva essere svolta sin dal 1998!
A margine dell’incontro il Sindacato ha invitato il Direttore ad intervenire presso la Provincia di Trieste al fine di porre rimedio ad alcune urgenti dotazioni strumentali dell’Ufficio (installazione di un secondo centralino telefonico attesa la coabitazione con l’Ufficio Territoriale di Trieste), la definitiva sistemazione delle nuove stanze dotandole di porte e che le attuali pareti divisorie, stile “box”, siano elevate fino al soffitto garantendo un’effettiva privacy, indispensabile per un’efficace attività lavorativa.
Il Sindacato interverrà, inoltre, affinché l’odore nauseante proveniente dal sistema fognario dell’edificio sia eliminato.

martedì 27 ottobre 2009

ELEZIONI RSU: COMUNICATO UNITARIO

Si riporta il comunicato unitario delle OO.SS. SNALS-Confsal, CISL Scuola, UIL Scuola e GILDA Unams sulle elezioni RSU.
Leggi allegato.

lunedì 26 ottobre 2009

D.L. 134 PRECARI APPROVATO DALL’AULA DELLA CAMERA

L’Aula della Camera, nella seduta del 21 ottobre, ha approvato la conversione in legge del decreto legge n. 134/09 con ulteriori emendamenti rispetto a quelli licenziati dall’XI Commissione Lavoro, il cui testo inseriamo in internet.
Riservandoci un commento più approfondito non appena saremo a conoscenza del testo collazionato, segnaliamo che l’Aula ha apportato significative modifiche al testo precedente con riferimento, tra l’altro:
- alla previsione dell’inserimento “a pettine” in occasione dell’integrazione e aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per il biennio scolastico 2011/12 e 2012/13;
- ad una norma di salvaguardia per i vincitori dei concorsi a dirigente scolastico nelle regioni in cui ci sia stato un contenzioso dal quale sia risultato un annullamento della procedura concorsuale. L’emendamento approvato garantisce l’efficacia della nomina per coloro che sono stati già nominati ed assicura le immissioni in ruolo per i ricorrenti a decorrere dall’a.s. 2010/2011. La problematica si riferisce al concorso a dirigente scolastico svolto nella regione Sicilia;
- a norme di salvaguardia affinchè tutti i provvedimenti che seguiranno all’attuazione del decreto legge non comporteranno maggiori oneri per il bilancio dello Stato;
- alla riassegnazione ad apposito capitolo del MIUR di tutte le somme trasferite alle scuole e non utilizzate per tre esercizi finanziari consecutivi;
- alle norme relative ai libri di testo, all’anagrafe degli studenti e sugli esami preliminari agli esami di Stato proposte come emendamenti del Governo;
- all’obbligo per i docenti e gli ATA, beneficiari della legge 104/92 e della legge 68/99, di presentare la relativa certificazione medica al momento della richiesta di inserimento in provincia diversa da quella di residenza, per consentire gli accertamenti che saranno disposti dai competenti uffici delle province in cui si è trasferiti. Stesso obbligo compete ai dirigenti scolastici nominati in regione diversa da quella di residenza.
Il decreto legge passa ora all’esame del Senato per l’approvazione definitiva.

PERSONALE ATA – PROCEDURE PER L’ATTRIBUZIONE DELLA SECONDA POSIZIONE ECONOMICA – IPOTESI DATE EFFETTUAZIONE PROVA SELETTIVA

Informalmente, abbiamo appreso dal MIUR che, molto probabilmente dal 16 al 21 novembre p.v., sarà effettuata la prova selettiva per l’attribuzione della seconda posizione economica al personale ATA richiedente ed appartenente ai profili professionali di assistente amministrativo ed assistente tecnico I.T.I..
A breve sarà emanata apposita nota a riguardo che sarà nostra cura divulgare con tempestività.

venerdì 23 ottobre 2009

FONDO ISTITUZIONE SCOLASTICA ED AMMONTARE DELLE VOCI ACCESSORIE INCONTRO MIUR/OO.SS. FIRMATARIE DEL CCNL SCUOLA

Nel pomeriggio del 21/10 u.s., è proseguito l’incontro MIUR/OO.SS. firmatarie del CCNL Scuola con il seguente ordine del giorno:
- ammontare del FIS e criteri di calcolo per la ripartizione;
- ammontare delle voci accessorie relative alla pratica sportiva, incarichi specifici, ecc..
Leggi allegato.

BRILLANTE AFFERMAZIONE DELLA CONFSAL SNALS CISAPUNI ALL’UNIVERSITA’ DI TRIESTE

Si sono tenute all’Università degli Studi di Trieste le elezioni per i rappresentanti del personale tecnico amministrativo nel Senato Accademico e nel Consiglio di Amministrazione. Si trattava di eleggere cinque colleghi, due in Senato e tre in Consiglio. I risultati sono stati oltremodo positivi per la nostra Federazione che vede eletti Sperti Alessandra al Senato e Rismondo Stefano e Turturiello Luciano al Consiglio di Amministrazione.
La brillante affermazione dei nostri colleghi, frutto di un notevole lavoro di squadra dello SNALS e della CISAPUNI, coordinato in modo encomiabile dalla segretaria della Federazione Paola Morelli, non può che essere motivo di grande soddisfazione. L’impegno di tutto il direttivo, l’apporto delle varie componenti, il ruolo di costante stimolo di Alessandro Rasman, leader storico del nostro Sindacato a Trieste, hanno determinato questo importante risultato.
Ad Alessandra, a Stefano, a Luciano, a Paola, ad Alessandro, a tutti i componenti del Direttivo, agli iscritti ed a tutti i colleghi che ci hanno onorato della loro fiducia un grazie di cuore e… ad maiora!

giovedì 22 ottobre 2009

DIRIGENTI SCOLASTICI: PUBBLICITÀ DEGLI EMOLUMENTI

Il Dir. Gen. dott. Chiappetta con nota dell’8 ottobre 2009 anticipa ai Direttori Generali degli USR che quanto prima sarà emanata una nota tecnica con la quale saranno fornite le istruzioni necessarie per dare esecuzione alle disposizioni contenute nella legge 69/2009 e nella successiva C.M. DFP 3/2009 per quanto riguarda i dirigenti scolastici.
La citata C.M. infatti comprende tutte le dirigenze pubbliche nell’obbligo di dare pubblicità agli emolumenti percepiti, al curriculum vitae e ai tassi di assenza e di presenza.

CCNL AREA V: ESITO NEGATIVO DELL’INCONTRO ALL’ARAN

Si è svolto il programmato incontro all’ARAN per la prosecuzione del confronto per il rinnovo del CNNL dell’Area V.
Nel corso dell’incontro lo SNALS-Confsal e le altre OO.SS. hanno valutato come irricevibili le proposte avanzate dalla Parte Pubblica per la parte economica, con particolare riferimento all’incapienza dei fondi regionali per la retribuzione di posizione parte variabile.
L’ARAN ha comunicato alle OO.SS. che dal MIUR non è pervenuta alcuna disponibilità circa lo stanziamento di risorse aggiuntive per garantire anche ai neo immessi in ruolo la quota corrispondente di retribuzione di posizione parte variabile, senza gravare sui fondi regionali esistenti.
Le organizzazioni sindacali presenti al tavolo stanno valutando l’opportunità di un’azione congiunta finalizzata all’apertura di un tavolo politico con il Ministro Gelmini per rappresentare la gravità della situazione e chiedere lo stanziamento delle risorse aggiuntive necessarie.

mercoledì 21 ottobre 2009

FRUIZIONE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA GRATUITA

INTERVENTO DELLE SEGRETERIE REGIONALI DI:
SNALS-Confsal - FLC CGIL - CISL Scuola – UIL Scuola

I Segretari Regionali hanno inviato al Direttore Generale dell’U.S.R. la seguente lettera:

Premesso che l’articolo 21 del CCNL vigente definisce i criteri di individuazione del personale docente ed ATA avente diritto a fruire del servizio di mensa gratuita e che il sesto comma del medesimo articolo prevede che il MIUR intervenga sul piano finanziario per dare attuazione al diritto stesso, le scriventi segnalano che, in taluni casi, nelle scuole della nostra regione si registrano situazioni di difficoltà tali da mettere in discussione il diritto stesso.
Inoltre, con riferimento all’anno scolastico da poco iniziato, il MIUR, Dipartimento per la programmazione - Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio - Ufficio VII, con nota prot. n. 7020 del 25 settembre 2009 inviata alle Istituzioni Scolastiche, agli Uffici Scolastici regionali e a quelli Provinciali, ha precisato che, con riferimento alla “Rilevazione oneri scuole – Contributo relativo alla fruizione della mensa”, deve essere comunicato il numero complessivo dei pasti erogati e da erogare nel corso del corrente esercizio finanziario, prorogando il termine per la comunicazione al 7 ottobre scorso.
Ciò premesso, le scriventi Segreterie regionali chiedono alla S.V. di convocare un incontro sul tema in oggetto al fine di esaminare la situazione delle scuole della nostra regione. Si segnala in particolare la necessità di conoscere il numero dei pasti comunicati dalle scuole del FVG nell’anno scolastico 2008 - 2009 e l’entità delle risorse finanziarie complessivamente assegnate dal MIUR. Ciò al fine di poter verificare, con riferimento all’art. 21, la situazione finanziaria delle scuole stesse. Inoltre, per procedere ad una valutazione preventiva, si chiede di conoscere, non appena a disposizione, anche il numero dei pasti complessivamente richiesti dalle scuole per l’anno in corso.
Restando in attesa di un Suo gentile riscontro, si porgono cordiali saluti.”

lunedì 19 ottobre 2009

PROPOSTA DECRETO MINISTERIALE RIORGANIZZAZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

Oggi, 19 ottobre, ha avuto luogo il primo incontro in merito alla proposta di riorganizzazione dell’Ufficio Scolastico Regionale e sue articolazioni provinciali.
Il D.G. ha illustrato la proposta di Decreto Ministeriale relativa alle funzioni dell’U.S.R. articolato in 4 uffici:
Ufficio I affari generali e contenzioso, personale e servizi della direzione Regionale, esercizio delle funzioni vicarie;
Ufficio II ordinamenti programmazione e gestione finanziaria;
Ufficio III reclutamento e gestione del personale della scuola e dei Dirigenti Scolastici;
Ufficio IV scuole con lingua di insegnamento slovena.
I quattro uffici scolastici provinciali diventeranno articolazioni dell’U.S.R. e sono denominati ufficio
V e rappresenta la provincia di Gorizia, il VI Pordenone, il VII Trieste e l’VIII Udine.
Lo Lo SNALS-Confsal è intervenuto stigmatizzando il fatto che la proposta di Decreto non era accompagnata dalle piante organiche relative agli otto uffici dirigenziali di livello non generale in modo da poter valutare la certezza dell’efficienza operativa dei vari uffici.
Ha ancora sottolineato la mancanza del conferimento degli incarichi dirigenziali ai vari uffici chiedendo se il numero di dirigenti sarebbe aumentato a seguito all’attuale fase concorsuale, altrimenti con le attuali due unità ad ogni dirigente sarebbero stati attribuiti 4 uffici, evidentemente di impossibile gestione.
Perplessità si manifestava anche nel merito delle competenze riservate al D.G. che costituiscono una mole di lavoro rilevante, di cui l’attuale composizione della Segreteria particolare non può assicurare un soddisfacente risultato.
Nel merito delle competenze dell’ufficio I è stato espresso parere favorevole per la fusione del contenzioso ed il disciplinare richiedendo che vi sia preposta una figura dirigenziale di valore per competenza e di garanzia del rispetto delle procedure.
Per l’ufficio II si è chiesto di rimodularne il titolo incentrandolo sull’assunto che l’Istruzione Scolastica sia centrale per i servizi cui l’Amministrazione deve garantire.
Per l’ufficio III è stato chiesto ed accettato che gli esami di Stato, le relazioni con il pubblico ed i libri di testo rientrino nelle competenze dell’ufficio II in quanto più idoneo allo scopo.
Per l’ufficio IV è stata cancellata l’attribuzione dei contenziosi e procedimenti disciplinari, etc. perché già compresi nelle competenze dell’ufficio I.
Per gli uffici V, VI, VII ed VIII la titolazione sarà cambiata in quanto quella attuale può ingenerare confusione negli utenti non essendo gli stessi uffici sufficientemente caratterizzati.

Per il personale

Il Sindacato ha chiesto delucidazioni sul trattamento del personale, con particolare riguardo alle professionalità già acquisite, tanto utili per garantire l’efficienza dei servizi.
Bisognerà prevedere l’eventuale mobilità interna o ulteriori attribuzioni di nuovi incarichi in aggiunta a quelli già posseduti, sempre rispettando la disponibilità volontaria del dipendente.
Per l’attività della medesima tipologia svolta sia all’U.S.R., sia presso l’ufficio provinciale, se ne terrà conto per il F.U.A..

Conclusioni
Il D.G. fornirà risposte e piante organiche in una prossima riunione in data da destinarsi.

mercoledì 14 ottobre 2009

INNALZAMENTO DEI REQUISITI ANAGRAFICI DELLE LAVORATRICI

L’articolo 22–ter della legge 3 agosto 2009, n.102 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 1° luglio 2009, n.78 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 4 agosto 2009, n.179, S.O., introduce, a decorrere dal 1° gennaio 2010 per le lavoratrici iscritte alle forme esclusive dell’Assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti nuovi requisiti anagrafici per la maturazione del diritto ad un trattamento pensionistico di vecchiaia nonché per quello previsto dall’art. 1, comma 6, lettera b) della legge 23 agosto 2004 n. 243 e successive modificazioni (requisiti anagrafici per le destinatarie di un sistema contributivo).
Nota Inpdap

INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE PERSONALE DOCENTE ED ATA INCARICATO A TEMPO DETERMINATO

Si riportano in allegato gli aspetti salienti riguardanti sia l’indennità di disoccupazione ordinaria e sia l’indennità di disoccupazione con requisiti ridotti.
Allegato

lunedì 12 ottobre 2009

Convenzione INPS - MIUR - Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 5 agosto 2009

Indennità di disoccupazione:
Per coloro che non hanno alcun rapporto di lavoro nel corrente anno scolastico e che non hanno presentato la domanda per l'indennità di disoccupazione possono farlo ora entro il 14 ottobre 2009 unitamente alle istanze, da consegnare nella scuola di servizio dell'anno scolastico 2008/2009, per avere la precedenza assoluta nel conferimento di supplenze per assenza temporanea del personale in servizio nelle scuole.
Ovviamente sempre che la stessa domanda di disoccupazione non sia stata precedentemente inoltrata direttamente all'INPS; in tal caso l'interessato lo comunicherà alla stessa scuola in cui era in servizio nell'anno scolastico 2008/2009 al momento della consegna dell'istanza per avere la precedenza assoluta.
(Nota prot.n. 15266 del 9 ottobre 2009);
Convenzione INPS-MIUR-Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 5 agosto 2009.
Modello DS21 (domanda di prestazione di disoccupazione)

venerdì 9 ottobre 2009

RINVIATE LE ELEZIONI RSU 2009

Oggi 9 ottobre 2009, il Consiglio dei Ministri ha varato il Decreto Legislativo attuativo della Legge 15/2009 (Legge Brunetta).
I punti più importanti riguardo gli aspetti sindacali sono:
- proroga gli organismi di rappresentanza del personale, anche ad elezioni già indette;
- fissa al 30 novembre 2010 il termine per il rinnovo di tutti gli organismi di rappresentanza con riferimento ai nuovi comparti.

giovedì 8 ottobre 2009

Bozza dello schema di regolamento sulle “Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso"

Si inserisce lo schema di regolamento recante “Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento".
I docenti possono inviare alla nostra e-mail: friuliveneziagiulia.ts@snals.it eventuali osservazioni e/o proposte nel merito delle aggregazioni delle "vecchie" classi di concorso e sugli indirizzi di studi collegati.

mercoledì 7 ottobre 2009

Personale Docente e A.T.A.

Prorogato al 14 ottobre 2009 il termine per la presentazione delle domande per l’inserimento negli elenchi prioritari delle supplenze per la sostituzione dei titolari temporaneamente assenti(D.D.G. del 6 ottobre 2009)
Nota Miur

PER GLI ISCRITTI SNALS-CONFSAL

Ricorso diretto ad ottenere il riconoscimento degli scatti biennali di anzianità in favore dei “precari” docenti ed ATA a tempo determinato con incarico annuale
A seguito della sentenza della Corte di Giustizia Europea del 13.9.2007 - secondo cui il principio della parità di trattamento tra lavoratori di ruolo e non di ruolo opera in pieno anche rispetto a tutti gli elementi della retribuzione, - anche gli scatti di anzianità, che vanno quindi riconosciuti anche ai lavoratori precari.
Il Giudice dinanzi al quale richiedere tali aumenti stipendiali è il Tribunale del lavoro competente localmente.
Prima di iniziare la relativa azione legale, sarà necessario diffidare l’Amministrazione tramite il patrocinio del sindacato; a tale scopo presso la nostra sede, nelle giornate di assistenza, gli interessati dovranno sottoscrivere il relativo atto di diffida.
Il 10 novembre 2009 è il termine ultimo per la raccolta delle adesioni.

ESECUZIONE ORDINANZE CONSIGLIO DI STATO - RICORSI AL TAR LAZIO AVVERSO IL D.M. 42/09 - INSERIMENTI IN CODA.

Il 5 ottobre 2009 il MIUR ha emanato la nota Prot. n. AOODGPER. 09/14935: “Esecuzione ordinanze Consiglio di Stato - Ricorsi al TAR Lazio avverso il DM 42/09 – Inserimenti in coda". In tale nota il MIUR, vista la natura cautelare delle ordinanze, dispone che gli Uffici Scolastici Regionali provvedano ad inserire, esclusivamente i ricorrenti, “con riserva” nelle graduatorie richieste, posizionandoli secondo il rispettivo punteggio e con le relative precedenze.
Leggi nota

SUPPLENZE TEMPORANEE PERSONALE DOCENTE

Ieri, 6 ottobre 2009, il MIUR ha emanato la nota 14991 avente per oggetto “Supplenze temporanee personale docente”.
La stessa scaturisce dalle difficoltà, rappresentate da alcune istituzioni scolastiche - nei casi di assenze di personale docente per periodi inferiori a 15 giorni - ad assicurare la piena fruizione del diritto allo studio agli alunni.
In particolare il MIUR richiama le norme vigenti per le scuole di istruzione secondaria che, nei casi di assenze fino a 15 giorni, sono tenute alla sostituzione del personale docente con risorse interne alla scuola (legge finanziaria 28/12/2001 n. 449 e art. 7, comma 3 del D.M. 131 del 16/6/2007 - Regolamento supplenze personale docente ed educativo).
Nel ricordare che il personale docente interno alla scuola, eventualmente a disposizione, è tenuto a tale prestazione nel limite delle 18 ore settimanali e che la prestazione aggiuntiva alle 18 ore, possibile per tutto il personale - nel limite massimo di 24 ore settimanali -, è facoltativa, il MIUR, fatte salve le disposizioni richiamate, chiede agli Uffici Scolastici Regionali e Provinciali di comunicare alle scuole che, nel caso non dovessero riuscire a far fronte a tali supplenze con l’applicazione delle norme citate, possono nominare supplenti esterni anche per assenze inferiori ai 15 giorni, garantendo così il fine primario di non sospendere l’attività didattica per gli alunni.
Nota

martedì 6 ottobre 2009

MALATTIA DEI DIPENDENTI PUBBLICI

Modificato il Decreto Brunetta.
Allegato.

venerdì 2 ottobre 2009

I DISTRETTI di TRIESTE

Scuole dell'infanzia; primaria; secondaria primo grado; secondaria secondo grado.

giovedì 1 ottobre 2009

Decreto legge n. 134 del 25/9/09- D.M. n. 82 del 29 settembre 2009

Precedenza assoluta nell’assegnazione delle supplenze per assenza temporanea del personale in servizio nelle scuole.
Disponibili i modelli che vanno presentati entro il termine perentorio del 9 ottobre 2009 all’istituzione scolastica in cui, nell’anno scolastico 2008/2009, si era in servizio con contratto per supplenza annuale o sino al termine dell’attività didattica.

Nota MIUR; DECRETO; Modello domanda docenti; modello domanda ata; elenco distretti.

mercoledì 30 settembre 2009

D.M. DI ATTUAZIONE AL DECRETO LEGGE PRECARIATO

Testo finale del decreto ministeriale, (non ancora firmato dal Ministro).
Inseriremo, non appena in nostro possesso, i moduli di domanda e la circolare di accompagnamento emanati dal MIUR.
Decreto ministeriale

martedì 29 settembre 2009

Ulteriori assegnazioni per gli organici delle scuole Triestine

Per le difficoltà di funzionamento delle scuole sono stati attribuiti ulteriori posti e ore per il personale ATA e precisamente per i collaboratori scolastici (bidelli) 12 ore al II Circolo, 12 ore alla Bergamas, 12 ore alla Divisione Julia; per gli assistenti amministrativi uno all’I.C. Dante, uno alla Divisione Julia.
Sono poi state autorizzate l’apertura di una classe prima in più al Deledda, una terza ed una quarta classe all’Istituto serale Carli; 12 ore per l’insegnamento nella scuola primaria presso il Centro EDA del 18° distreTto.
“Si è posto rimedio a situazioni estremamente critiche – ha dichiarato Giuseppe Ughi Segretario dello SNALS – ma il sindacato non può essere soddisfatto per il non accoglimento delle richieste delle scuole medie per l’integrazione delle ore di inglese alla Caprin, de Tommasini, Rismondo, Roli e Svevo e di italiano alla Caprin, e le 12 ore di strumento musicale al Carducci.”
Sono stati autorizzati, inoltre, due semiesoneri ai docenti impegnati all’Università quali supervisori di tirocinio nei corsi SSIS per il conseguimento del diploma di specializzazione nel sostegno agli alunni diversamente abili.

lunedì 28 settembre 2009

PRECARI - PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO LEGGE

Sul n. 223 del 25 settembre della Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Legge 25 settembre 2009, n. 134.
Allegato

venerdì 25 settembre 2009

venerdì 18 settembre 2009

Raccomandazioni e indicazioni operative per la gestione dei casi di influenza pandemica da virus A/H1N1V.
POSTER

martedì 1 settembre 2009

mercoledì 19 agosto 2009

GRADUATORIE DEFINITIVE DI CODA

Decreto pubblicazione graduatorie.
Graduatoria docenti infanzia, primaria, secondaria I grado, secondaria II grado.

CALENDARIO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO PERSONALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2009/2010

3 Scuola dell'Infanzia (2 sc. Italiane, 1sc. Slovene), 2 primaria, 2 secondaria primo grado (AG77, A445), 9 sostegno (1 infanzia, 4 primaria, 2 sec. I grado, 2 sec. II grado - AD01).
Leggi.
Graduatorie definitive infanzia, primaria, secondaria I grado, secondaria II grado, modello delega.

venerdì 14 agosto 2009

ASSUNZIONI PERSONALE ATA A TEMPO INDETERMINATO

1 Assistente Tecnico, 9 Assistenti Amministrativi, 17 Collaboratori Scolastici.
Convocazione, elenco convocati, modello delega.

UTILIZZI 2009/2010

Decreto utilizzi, decreto utilizzi DOS, utilizzi secondo grado.

ASSEGNAZIONI PROVVISORIE 2009/2010

Decreto assegnazioni provvisorie 2009/2010, assegnazioni provvisorie infanzia, primaria, secondaria.

mercoledì 5 agosto 2009

CONVOCAZIONI PERSONALE DOCENTE A TEMPO DETERMINATO

Pubblicazione del CALENDARIO delle convocazioni per le individuazioni dei destinatari delle proposte di assunzione con contratto a tempo determinato a.s. 2009/2010 personale docente
Leggi allegato; cattedre disponibili;disposizioni, calendario, modello delega.

martedì 4 agosto 2009